Il Bonus Bebè spinge le mamme a non lavorare?

comunità-europea-bonus-bebè

La Commissione Europea punta il dito verso l’Italia e dice che è uno dei Paesi dove le donne lavorano meno. E dove i loro lavori sono i più atipici e precari.

causa di un sistema tributario pessimo e della presenza di un sistema assistenziale, tante persone rinunciano a cercare lavoro. Ovviamente altro problema grave è il fatto che l’assistenza alla persona è una versa corsa a ostacoli e l’occuparsi di bambini, anziani e disabili è da sempre un problema delle donne.

I costi del Bonus Bebè italiano: ma serve davvero?

Sempre secondo la UE, il Job's Act non è affatto efficace da questo punto di vista, e anzi con i suoi Bonus Bebè scoraggia ulteriormente le donne che altrimenti avrebbero bisogno di tornare al lavoro.

Per i bimbi nati dal primo gennaio 2015 al 31 marzo 2016 sono stati spesi 196,5 milioni di euro. Adesso si vuole raddoppiare la copertura, ovvero portarla a 300 milioni di euro.

Ci sono altre soluzioni per far convivere mamme, lavoro e famiglia?

Voi che ne pensate?

Please follow and like us:

149 comments

  1. Paola Ferrulli 24 maggio, 2016 at 11:09 Rispondi

    Questa sì che è una cavolata! Come se fosse uno stipendio?
    Certo è che non è affatto la soluzione. Il vero problema è che lavoro non ce n’è o peggio non ci sono le condizioni per far lavorare le donne con figli (soprattutto se neonati o molto piccoli). Rinuncerei a tutti i bonus del mondo se mi assicurassero le condizioni per lavorare concretamente!! E sto bonus di certo non mi fermerà nella ricerca del lavoro dopo che avrò avuto il mio pulcino. 😒😡

  2. Paola Ferrulli 24 maggio, 2016 at 11:09 Rispondi

    Questa sì che è una cavolata! Come se fosse uno stipendio?
    Certo è che non è affatto la soluzione. Il vero problema è che lavoro non ce n’è o peggio non ci sono le condizioni per far lavorare le donne con figli (soprattutto se neonati o molto piccoli). Rinuncerei a tutti i bonus del mondo se mi assicurassero le condizioni per lavorare concretamente!! E sto bonus di certo non mi fermerà nella ricerca del lavoro dopo che avrò avuto il mio pulcino. 😒😡

  3. Marika Ulissi 24 maggio, 2016 at 11:15 Rispondi

    Ecco la cavolata del giorno!come se 80 euro al mese fossero eguagliabili ad uno stipendio!magari ci fosse lavoro in modo da rinunciare a qualsiasi tipo di bonus…ma qui in Italia le donne sono svantaggiate e ancor di più se hanno dei figli!che amarezza!

  4. Marika Ulissi 24 maggio, 2016 at 11:15 Rispondi

    Ecco la cavolata del giorno!come se 80 euro al mese fossero eguagliabili ad uno stipendio!magari ci fosse lavoro in modo da rinunciare a qualsiasi tipo di bonus…ma qui in Italia le donne sono svantaggiate e ancor di più se hanno dei figli!che amarezza!

  5. Asietou Khadidija Gueye 24 maggio, 2016 at 11:15 Rispondi

    I bambini che nascono in ingiltera ano il conto corrente appena nascono fin 18 anni qui fano tante di quelle storie,e come fa una mamma di non andare a lavoro se non ci sono le possibilità le mamme si fano in 4 per non mancare niente ai loro figli i bonus bebè e solo un mese e poi che si fa???

  6. Asietou Khadidija Gueye 24 maggio, 2016 at 11:15 Rispondi

    I bambini che nascono in ingiltera ano il conto corrente appena nascono fin 18 anni qui fano tante di quelle storie,e come fa una mamma di non andare a lavoro se non ci sono le possibilità le mamme si fano in 4 per non mancare niente ai loro figli i bonus bebè e solo un mese e poi che si fa???

  7. Francesca Turchi 24 maggio, 2016 at 11:25 Rispondi

    80€ al mese=stipendio. …sì. ..in effetti non ero riuscita a fare questa riflessione..mi era sfuggita! !
    Sicuramente però aiutano…per esempio. ..nei pannolini…nel latte artificiale..nelle pappine…e alleggeriscono….non voglio solo esser polemica, ironica e negativa!

  8. Francesca Turchi 24 maggio, 2016 at 11:25 Rispondi

    80€ al mese=stipendio. …sì. ..in effetti non ero riuscita a fare questa riflessione..mi era sfuggita! !
    Sicuramente però aiutano…per esempio. ..nei pannolini…nel latte artificiale..nelle pappine…e alleggeriscono….non voglio solo esser polemica, ironica e negativa!

  9. Fausta Giribone 24 maggio, 2016 at 11:27 Rispondi

    Magari è che in Italia la mamma è tutela pochissimo…. Anzi niente… E le aziende fanno mille escamotage x licenziare chi rientra al lavoro dopo una maternità.. Poi se hai un figlio piccolo, quando vai a fare i colloqui, ti chiedono x prima cosa… Ha intenzione di averne altri? X seconda…. Noi abbiamo bisogno di una persona che sia sempre presente… Lei può esserlo? Se suo figlio sta male può venire al lavoro lo stesso? Sa mi preoccupa il fatto che i bimbi piccoli si ammalino spesso e di conseguenza lei stia più a casa che al lavoro….:(..
    Se paghi asilo nido e una baby sitter a fine mese oltre il tuo stipendio ci devi aggiungere qualcosa….(ovviamente se una riesce a trovare qualcosa) Ecco questi sono i motivi….

  10. Fausta Giribone 24 maggio, 2016 at 11:27 Rispondi

    Magari è che in Italia la mamma è tutela pochissimo…. Anzi niente… E le aziende fanno mille escamotage x licenziare chi rientra al lavoro dopo una maternità.. Poi se hai un figlio piccolo, quando vai a fare i colloqui, ti chiedono x prima cosa… Ha intenzione di averne altri? X seconda…. Noi abbiamo bisogno di una persona che sia sempre presente… Lei può esserlo? Se suo figlio sta male può venire al lavoro lo stesso? Sa mi preoccupa il fatto che i bimbi piccoli si ammalino spesso e di conseguenza lei stia più a casa che al lavoro….:(..
    Se paghi asilo nido e una baby sitter a fine mese oltre il tuo stipendio ci devi aggiungere qualcosa….(ovviamente se una riesce a trovare qualcosa) Ecco questi sono i motivi….

  11. Anna Ronchi 24 maggio, 2016 at 11:28 Rispondi

    Ma, se anche fosse? Un bambino non dovrebbe stare con la mamma?o bisogna x forza sbatterli nei nidi xk noi dobbiamo lavorare? Se potessi stare a casa al posto di lavorare lo farei molto volentieri xk i miei bimbi a 4 mesi hanno bisogno della mia presenza che invece gli viene negata xk lo stato non ci aiuta abbastanza, con 80 euro non ci compro manco.i pannolini

  12. Anna Ronchi 24 maggio, 2016 at 11:28 Rispondi

    Ma, se anche fosse? Un bambino non dovrebbe stare con la mamma?o bisogna x forza sbatterli nei nidi xk noi dobbiamo lavorare? Se potessi stare a casa al posto di lavorare lo farei molto volentieri xk i miei bimbi a 4 mesi hanno bisogno della mia presenza che invece gli viene negata xk lo stato non ci aiuta abbastanza, con 80 euro non ci compro manco.i pannolini

  13. Maria Valloscuro 24 maggio, 2016 at 11:32 Rispondi

    No e una cazz… enorme io benché il bonus bebè e prendo z160 o trovato lavoro xke nn si va avanti solo con questi soldi sono un aiuto ma nn bastano x permettere a me donna di essere infipendente

  14. Carla Santoro 24 maggio, 2016 at 11:33 Rispondi

    Che cavolata! Sono due cose completamente diverse! Non si sopravvive con 80 euro.. A me risulta il contrario.. Che nessuno vuole assumere una mamma!! Siamo discriminate per mettere al mondo le generazioni future.. Lo stato anzi che dare 80 euro dovrebbe garantire il lavoro alle donne e permettere di stare con i bimbi almeno fino al 1 anno di età pagate al 100 %.. perché il 30 % è una vergogna! Soprattutto considerando quanto sono bassi ora gli stipendi di chi ha la fortuna di avere un lavoro..

  15. Bibi Bibi 24 maggio, 2016 at 11:40 Rispondi

    Sì perché con soli 80 € in più puoi lasciare il lavoro!MA PIANTIAMOLA LI DI DIRE STUPIDAGINI Sono accuse davvero ridicole!qua non si arriva a fine mese memme con 100 euro in più figuriamoci se con 80 ci permettiamo di lasciare il lavoro!!!

  16. Patrycja Alessandro Del Fino 24 maggio, 2016 at 11:58 Rispondi

    Ma che c…o dite?! Io ho un bimbo di sette mesi e tra poco rientro al lavoro. Il problema di occupazione femminile consiste nel fatto che una mamma è sempre svantaggiata e se non ha l`appoggio della famiglia difficilmente riesce a reinserirsi….magari avessimo più opportunità di lavorare part time….invece spesso siamo costrette a lavorare più di 8 ore! E poi con 80 o 160€ al mese mica faccio la signora!

  17. Elisa Dettore 24 maggio, 2016 at 12:01 Rispondi

    La commissione Europea guardi prima come sono tutelate le donne mamme in Europa, i periodi di congedo pre e post parto e poi in Italia… 80€ al mese sono niente, e chi ha la fortuna di avere un lavoro al giorno d’oggi ci corre a lavorare anche con un neonato! #commissioneEuropea

  18. Micaela Ranucci 24 maggio, 2016 at 12:06 Rispondi

    Non sanno più come inveire contro le famiglie italine,ogni scusa è buona per togliere..già 80 euro so una miseria ed un bambino piccolo le consuma a settimana se tutto va bene..dovrebbero incrementarlo ancora di più come fanno in tanti stati europei..È una vergogna!!italia paese vecchio e con nascite al di sotto di tanti altri paesi!!

  19. Nuria Elizalde 24 maggio, 2016 at 12:22 Rispondi

    Non è il bonus bebè che ha favorito a diminuire l’impiego alle donne… è la DISCRIMINAZIONE davanti a un mamma che sembra dare problemi in anticipo alla ditta, negozio o quant’altro sia…ma perché nessuno vuole avere figli….??? E le persone che impiegano non sono stati bambini e figli di qualcuna???? Ahhh no certo…erano altri tempi….ma andatevene al quel paese… BISOGNA TUTELARE le mamme!!!!! Altrimenti che inizino a vedere come fare perché i uomini portino in grembo i bimbi….così noi non saremo più costrette a scegliere se dare vita e avere una famiglia…o conservare il lavoro…che solo ci dà da mangiare…perché DEGNO lavoro….non esiste più!!!!!!!!!!!!😠

  20. Pasotto Prisca Nancy 24 maggio, 2016 at 12:41 Rispondi

    In un certo senso si…in quanto non stanno a pensare a come risolvere il problema lavoro. ..e come poter aiutare le mamme a gestire lavoro con famiglia. ..magari promuovendo il part time…o migliorare ed ampliare il servizio dei nido…invece ti danno sta miseria…ai pochi che possono averlo…e si lavano le mani del vuoto che circonda la famiglia. ..

  21. Giada Passerini 24 maggio, 2016 at 12:45 Rispondi

    Ma andate in culo che questo bonus non spetta a nessuno.chi metterebbe al mondo un figlio senza due stipendi? Se hai lo stipendio di papà e mamma non ti spetta perché superi il tetto per averlo.che vi serva per le medicine truffatori

  22. Debora Fabri 24 maggio, 2016 at 13:08 Rispondi

    Ma se 80€ sono una miseria, se ti spettassero poi, a noi nn daranno nulla, e nn siamo certo benestanti. Altro che rinunciare al lavoro, io , ho lavorato anche l’ottavo mese e rinuncerò al congedo oltre i 4 mesi, altrimenti chi me lo paga il nido😤

  23. Olta Rahmani 24 maggio, 2016 at 13:24 Rispondi

    Non è un bonus a far venire in mente di smettere di lavorare è il fatto del bambino..quando hai un bambino smetteresti subito anche di respirare solo x stare con lui e nn lasciarlo mai..😭😍

  24. Miky Miky 24 maggio, 2016 at 13:28 Rispondi

    Ma finiamola di sparare vere e proprie cagate!!!!! Sfido chiunque a campare solo con il bonus bebè!!! Ma non fatemi ridere…..e’ una vergogna e basta!!!! A partire dalla retta del nido, che si deve versare se si vuol rientrare al lavoro, mezzo stipendio solo per quella…….una sola parola ….Schifo

  25. Laura Biral 24 maggio, 2016 at 13:50 Rispondi

    Allora prima ci dicono che con il bonus bebè per il 2017 si incentivano le donne a far figli perché le Nascite si sono ridotte. …ora che con il bonus ci incentivano a non lavorare. …ma perché al posto di parlare tanto non fate. ..aiutate le mamme con orari più flessibili. ..asili più accessibili. ..associazioni di aiuto e in cui trovare consigli anche per la sola burocrazia che sta dietro ad una nascita. …

  26. Veronica Gismondi 24 maggio, 2016 at 14:05 Rispondi

    Ma se siamo il paese che da meno fondi in Europa!!!! Stiamo scherzando vero???? Con quei cazzo di 80€ non ci paghi nemmeno i pannolini…poi per soli 3 anni!!!! È assurdo!!!! Le mamme stanno a casa con i figli perché non c’è lavoro o perché, a volte, scelgono di farlo!!!

  27. Daniela Colangelo 24 maggio, 2016 at 14:40 Rispondi

    Ma secondo loro 80€ al mese possono spingere una donna a non lavorare?! I loro figli “costano” così poco?! Quella ci fra li spendi solo di pannolini e latte in polvere! Poi cosa fai, non lo vesti?! E devi sperare che non servano medicine!!!! Assurdo!

  28. Stefania Palumbo 24 maggio, 2016 at 14:52 Rispondi

    Mangiateci pure quelli maledetti….. Siete uno schifo vi mangiate la corona di Lazzaro e non vi basta mai parlate solo di togliere tutto a noi…. Togliervi stipendi mezzi e agevolazioni,??? Schifosi

  29. Valentina Gargaglione 24 maggio, 2016 at 14:57 Rispondi

    Ma come si cresce un figlio con 80 euro ogni 2 mesi o 160 euro al mese? Ah.. tra l’altro fino ai 3 anni!!! Poi quando comincia asilo/scuola che le spese si triplicano ti tolgono quella miseria che ti danno!!! In altri paesi danno sussidi maggiori e fino a 18 anni! ! Ma per Cortesia! !!

  30. Luisa Ceccarelli 24 maggio, 2016 at 15:04 Rispondi

    Vergogna!!x una cosa buona che ci ha dato il governo…Nn penso che il lavoro le mamme Nn lo vogliono è che Nn tutte lo trovano purtroppo!cn 80€ ci compri giusto i pannolini!!!!si vergognassero e traessero esempio da un governo che una teso una mano ai giovani che vogliono crescere…

  31. Fabiana Toffela 24 maggio, 2016 at 15:35 Rispondi

    Pensassero a cose serie!!!! Certo che x 80 euro al mese( non regalate viste le tasse che paghiamo) io posso permettermi il lusso di non lavorare e contribuire al mantenimento della famiglia…ora mi chiedo ma questi ci fanno o ci sono?

  32. Danila Anca 24 maggio, 2016 at 16:20 Rispondi

    Siii come no con 160 € al mese e un bel stipendio e mettiamo pure qualcosa da parte per le vacanze ma vergonia!!! Che poi neanche ce li dano hanno sempre ogni mese problemi tecnici

  33. Mihaela Teleptean 24 maggio, 2016 at 19:25 Rispondi

    È uno scherzo spero.. oppure non hanno ben presente quanti soldi ci vogliono in un mese per un bimbo??!!! Qui tutele ZEROOOO , mamme discriminate costrette a rinunciare all’allattamento per riavere il posto di lavoro, costrette a rientrare lasciando a casa un bimbo di 3 mesi, licenziate appena annunciano la gravidanza e questi parlano di disoccupazione femminile????? Ma andare un attimo affanculo , nooo?? ( scusate il linguaggio ma ci vuole ).. vorrei vedere loro a crescere un bambino con 80€ al mese…..

  34. Maria Mirabela 24 maggio, 2016 at 22:47 Rispondi

    State dicendo solo cavolate.A me mi hanno licenziata appena dovevo rientrare dalla maternità. E poi mi hanno anche tolto il bonus bebe,stare a casa dal giugno e ricevere pochi soldi fino al settembre e poi non riceverli piu ha portato solo guai. E dove la metti che devo pure cambiare casa e senza nesun aiuto,solo con lho stipendio di mio marito e con 2 figli.Dovete aiutare le donne,ad essere mamme ed anche a essere lavoratrici.Trovate posti di lavoro a chi cerca. Non ditte solo che vi passa per la mente.

  35. Valentina Perrucchetti 24 maggio, 2016 at 22:56 Rispondi

    Ma che cacchiata apocalittica!!!! E io non dovrei tornare a lavorare perché mi danno il famoso bonus bebè???? Ma per piacere… Chi sopravvive con 80€ ???? Le mamme dovrebbero essere tutelate… Che schifo di paese!

  36. Massi Mari 25 maggio, 2016 at 06:53 Rispondi

    Agevolazioni fiscali per il part time delle mamme …. Ma che ci vuole un genio per capirlo? Allora il nostro governo non lo proporrà neanche… Altro che geni là dentro …. La feccia della società italiana

  37. Antonio E Dora Ruotolo 25 maggio, 2016 at 10:39 Rispondi

    Anche per un papà e quasi difficile trovare o trattenere un lavoro avendo figli….le aziende ti chiedono di rinunciare all’assegno altrimenti costi troppo….il problema è che in Italia sta diventando sempre più difficile vivere e tra poco sarà pure impossibile sopravvivere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.