I figli non sono tutti uguali: esiste il figlio prediletto

figlio-prediletto

Anche se sono pronte a spergiurarlo e a sottoscriverlo, le mamme non amano i figli allo stesso modo. Ebbene si, esiste il figlio prediletto. Lo assicurano gli esperti, secondo cui piuttosto che impegnarsi a negare questa circostanza, le mamme dovrebbero imparare ad accettarla tramite un percorso di autoconsapevolezza. In fondo i figli sono anche persone ed è normale che con ognuno di essi la mamma instauri un rapporto affettivo differente. Basta ipocrisia, dunque, i figli non sono tutti uguali!

Perché un figlio prediletto?

Da una recente indagine condotta nel nostro Paese e presentata al Children’s Family Research Centre di Sidney,  è emerso che il 70% delle mamme hanno un figlio prediletto. Secondo gli psicologi sono diversi i fattori che influenzano questa preferenza inconscia: il suo aspetto fisico, le sue performance scolastiche, la sua personalità, i suoi interessi, ecc.

In particolare, a detta di Judie Fitness, professoressa di Psicologia presso la Macquarie University di Sidney, le mamme avrebbero un debole per il figlio con cui, grazie a una somiglianza caratteriale, condividono un maggior numero di interessi e di passioni. Insomma come capita in qualsiasi altro tipo di relazione umana, anche con i figli non si può prescindere dalle affinità elettive di goethiana memoria.

Mamme ma anche esseri umani

Le mamme amano senz'altro tutti i propri ragazzi, ma non in egual misura, contravvenendo al codice genitoriale implicitamente accettato e condiviso da tutti. E se loro continuano a negarlo, i figli, al contrario, se ne rendono conto perfettamente, soprattutto in presenza di evidenti privilegi emotivi.

Seppure è umano e ammissibile avere un figlio preferito, tuttavia, nel contempo, è altrettanto importante non rendere la propria preferenza inconscia motivo di gelosie e di invidie tra fratelli. Basti pensare che esiste una vera e propria sindrome determinata dal fatto di non essere il figlio eletto (Less favored status)!

Per cui, care mamme, prendete atto dei vostri sentimenti più profondi e cercate di gestirli nel migliore dei modi!

Please follow and like us:
error

36 comments

  1. Joséphine Elisir 13 Novembre, 2015 at 16:25 Rispondi

    io parlo da figlia e posso assicurarvi che è vero, dopo aver inutilmente fatto notare x anni ai miei che hanno fatto (e lo fanno tuttora) evidenti differenze tra me e mio fratello minore … ma non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere.

  2. Alessandra Tuccinardi 13 Novembre, 2015 at 19:30 Rispondi

    Vero, a volte semplicemente puô capitare di essere legati ad uno piuttosto che ad un altro perchè magari nato in qualche momento particolare, ma questo non significa amarli meno! Stessa cosa per i nonni…palesemente hanno il debole!

  3. Tiziana Lavedova Callegari 13 Novembre, 2015 at 22:07 Rispondi

    L’amore è lo stesso. Ma spesso ci si riconosce in uno piuttosto che in un altro. Quello che conta è non fare preferenze in maniera palese!
    E giudicare sempre con obiettività.
    Io ho un carattere che si sposa bene con quello del piccolo, ma chi tocca il grande è cibo per vermi.
    Comunque ammettere di avere un figlio preferito non è un crimine, eh.
    Siamo umane!

  4. La Rossa 14 Novembre, 2015 at 16:59 Rispondi

    Tesoro mio Giuseppina Senatore,non è che le mamme predilicono un figlio ma sono i figli ad avere carattere e comportamento diversi, quindi la mamma si comporta come si rapportano i figli con la mamma ok.ma l’amore è uguale♥

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.