Morire di meningite a 7 anni, l'appello dei genitori

morire-di-meningite-7-anni

C’è una foto terribile che circola in rete. È l’ultima immagine di un bimbo di sette anni morto per una meningite fulminante.

È tra la sua mamma e il suo papà, che sono disperati. È una foto fatta per sensibilizzare: ma noi di Mamme.it abbiamo deciso di non mostrarla, perché capiamo il significato che hanno voluto darle i genitori, ma pensiamo che un momento così intimo e terribile, come la morte di un bambino, vada lasciato alla sua famiglia.

La famiglia del piccolo vuole sensibilizzare tutti coloro che decidono di non vaccinare i propri figli: e la storia di M.T., nel suo essere terribile, non può non riuscire nell'intento.

Sono state sufficienti 12 ore, da quando il bimbo aveva detto di non sentirsi bene alla sua morte cerebrale. I genitori pensavo fosse un virus, ma a nulla sono valse le cure immediate dell’ospedale dove l’anno portato.

I genitori di M. hanno lanciato una petizione che ha raccolto oltre 600 mila firme, per far vaccinare obbligatoriamente anche i bambini più grandi.

Una tragedia che si spera possa essere da monito per tanti.

113 comments

  1. Tonia Russo 22 febbraio, 2016 at 19:36 Rispondi

    Io li ho fatti fare tutti ai miei figli, al grande farò fare il meningococco b a pagamento perché non presente nel suo calendario vaccinazioni.
    La piccola lo farà a breve perché del 2014.
    Sono assolutamente a favore dei vaccini, purtroppo le contraddizioni ci sono anche con la semplice tachipirina, siamo nelle mani del Signore.

  2. Maria Cagnetta 22 febbraio, 2016 at 19:55 Rispondi

    Il problema è che la mano gite comprende 271 ceppi e il vaccino ne copre solo un terzo di questi ceppi …ci sono molte contraddizioni su questo …se ci informiamo bene stanno buttando nell aria veleni proprio per incrementare vaccini ,non solo a non tutti fanno bene ci sono stati molti casi in cui il vaccino ha lesionato il cervello del bambino …le cose andrebbero fatte diversamente ma purtroppo per lo stato siamo un numero …e siamo cavie di esperimento e sono sempre i più deboli a pagarne le sofferenze …cara madre che affronti questo grande dolore trasformalo in giustizia lascia che il tuo dolore attraversi i confini attraverso la tua voce facendo in modo che tutti possano sapere

  3. Eliana Sartori 22 febbraio, 2016 at 20:22 Rispondi

    Siamo sicuri che la notizia sia vera? Stanno facendo terrorismo ai genitori perché decidono di non vaccinare…poi le case farmaceutiche come fanno a guadagnare? Siamo proprio cavie…meglio informarsi bene prima di vaccinare non seguire il gregge iniettando sostanze tossiche a neonati di 2 mesi con sistema immunitario ancora immaturo. Poi ognuno fa quello che pensa sia meglio x i propri figli.

  4. Mamma Medico 22 febbraio, 2016 at 21:38 Rispondi

    le solite polemiche sterili… andate a chiederlo ai genitori che hanno perso un figlio se è giusto vaccinare. io non rischio e proteggo i miei figli. è solo così inoltre che si debellano le malattie severe (vedi poliomelite). altro che lesioni al cervello…

  5. Erika Scilabra 22 febbraio, 2016 at 21:59 Rispondi

    Sono stata nominata da.. Terry Verolla a mettere 3 foto che mi mostrano felice di essere mamma. nomino quindi 9 mamme che trovo fantastiche per la sfida delle mamme e che a loro volta devono mettere 3 foto. copia e incolla il testo e nomina anche tu 7 super mamme .ecco le mie super mamme Carmelo Gioele Bonaffini Gioele Bonaffini Michael E Mary James Giorg Francesca la Valle Grazia Ligato Nunzia Anzalone-Laganà

  6. Marilena Zappalà 22 febbraio, 2016 at 22:17 Rispondi

    Sono le discussioni come queste che fanno circolare la disinformazione. Non si può parlare per “sentito dire” sulla salute dei propri figli. Ma almeno il foglio informativo quando li portate a vaccinare lo leggete o firmate e basta? E prima di scrivere perché non fate una semplice ricerca? Tra questi commenti ho anche letto che nell’esavalente è compreso il meningococco (e non è così … si fa a parte). Quello raccomandato (e non obbligatorio) contro pneumococco e meningococco passato dalle ASL non comprende la protezione per il ceppo B di cui fa parte anche una delle forme di meningite più letale . Adesso esiste un vaccino, ma si fa solo su richiesta e a pagamento. Io ho un bambino nato in Lombardia nel 2014 e questo nuovo vaccino non era compreso nel piano vaccinale. In Europa i ceppi più diffusi sono B e C.

  7. Raffaella Moriggi 23 febbraio, 2016 at 06:25 Rispondi

    Io mi sconvolgo sempre quando leggo queste lotte si internet, fra mamme.
    Si usano parole “decerebrate”, ecc… e spesso le più accanite sono quelle pro vaccini.
    Non avendo alcuna certezza, io penso che la LIBERTÁ di scegliere sia il bene più prezioso.
    Certe persone parlano solo per PAURA. E lottano contro la libertá degli altri. Come contro i diritty gay, e di tutte le altre minoranze.
    Io ho vaccinato le mie figlie per gli “obbligatori” (che so benissimo non essere obbligatori) ma mi innervosisce questo martellamento mediatico che ci vuola davvero tutti pecore.
    Chiediamo vaccini più sicuri e testati. Chiediamo un calendario vaccinale più rispettoso delle esigenze del bambino e non degli interessi economici del ssn. Chiediamo la trasparenza dell’informazione.
    Per questo, dovremmo essere tutti obiettori, anche chi si batte a spada tratta per i vaccini, insultandi chi non li fa e, di fatto, sta lottando anche per loro.
    Infine, ringraziamo il progresso che ha introdotto i vaccini e debellato tante terribili malattie.
    Per il resto, w la libertá.

  8. Olimpia Paccazocco 23 febbraio, 2016 at 10:54 Rispondi

    Mi dispiace che ci siano ancora persone tanto ignoranti e privi di cultura. Vi prego non credete a queste cose…. Le case farmaceutiche sono terrorizzate all’idea di non riuscire più a terrorizzare le persone e creano questi escamotage….. La paura è l’unica cosa che ancora fa sopravvivere questi colossi….. Difendetevi!!!!!

  9. Astrea Costalunga 23 febbraio, 2016 at 14:10 Rispondi

    Ognuno fa ciò che crede più giusto per i propri figli… Io gli ho vaccinati e sono felice della mia scelta e vaccinero’ pure il mio terzo figlio che è in arrivo… Ognuno poi si prenderà le proprie responsabilità!!!

  10. Nancy Cavarra 23 febbraio, 2016 at 16:26 Rispondi

    Ma nn capisco xk accanirsi così contro chi nn vaccina e a chi vaccina . Penso che ognuno sua libero di decidere ciò che vuole senza offendere. Io nn l’ho fatto mpr a mia figlia e nn lo farò

  11. Valentina Attolico 23 febbraio, 2016 at 17:45 Rispondi

    Pur rispettando la opinioni di tutte le mamme vorrei far presente che spesso ci si basa molto su articoli e Internet.Per capire(e non gridare al complotto di case farmaceutiche o di medici alternativi)e’bene fare affidamento sul pediatra di fiducia o su chi ha almeno una laurea in medicina.Io non affiderei mai la vita dei miei figli a nessuno di meno preparato.Per inciso,io sono Pro vaccini (e credo fermamente sulla protezione offerta quando tutti si vaccinano,cd.protezione di gregge)

  12. Stefania Sandrelli 24 febbraio, 2016 at 00:03 Rispondi

    A un neonato di 3 mesi e’ da CRIMINALI iniettare 6 virus+ formaldeide,alluminio ed altre sostanze attenuanti ed attivanti. Per quasi tutte le malattie la NATURALE forma di contagio e’ per vie aeree, non direttamente nel sangue. Per l’ epatite B il contagio può avvenire durante rapporti sessuali o trasfusione. (L’ ex ministro De Lorenzo e’ stato condannato per aver preso tangenti per l’ inserimento del vaccino contro l’ epatite B tra gli obbligatori). La pertosse negli anni 70 era già a livello 0,2 casi ogni 1000 bambini nati sani. TUTTI noi vogliamo proteggere i nostri figli ma siamo assolutamente certi,al di là di ogni ragionevole dubbio che siano le vaccinazioni di massa la strada da percorrere? Visto che poi bisogna firmare l’ assunzione di responsabilità per l’ inoculazione dei vaccini ai propri figli, penso che la libertà di scelta sia OBBLIGATORIA.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.