Per riconoscere una famiglia basta un Disegno. Di Legge.

famiglia

C’è un bel video che gira nel web in questi giorni, e s’intitola Disegno di famiglia: è stato realizzato dalle associazioni Famiglie Arcobaleno, Arcigay e CondividiLove per augurare Buon Natale agli italiani.

Questo video non arriva in un momento casuale, ma a ridosso della discussione in Senato di una proposta di Legge sulle Unioni Civili, che si svolgerà il 26 gennaio. Il rischio di questa legge, secondo le associazioni LGTB è che faccia fare dei passi indietro e vada a cancellare la stepchild adoption, che è la norma che permette alle famiglie di gay di avere il riconoscimento del genitore non biologico.

Ma come raccontare la voglia di essere famiglia di queste persone? Facendolo attraverso i bambini, che raccontano e disegnano appunto il loro Natale.

La scena si apre su un gruppo di bambini allegri e felici che colorano tanti fogli di carta. Stanno rappresentano la loro famiglia a Natale, e raccontano di quando hanno visto Babbo Natale, di come decorano l’albero, insomma, cose che dicono tutti i bambini.

Poi è stato fatto un piccolo esperimento: alle persone in strada sono stati mostrati i loro disegni, e alla domanda cosa rappresentano, la gente semplicemente ha risposto una famiglia a Natale.

Poi è stato fatto notare che nei disegni c’erano due papà o due mamme: e le persone sorprese commentavano tutti…e allora? Sempre una famiglia è, giusto?

Bloccando la stepchild adoption, se dovesse accadere qualcosa al genitore biologico, l’altro che ha cresciuto il bambino non avrebbe nessun diritto su di lui: un piccolo che ha già un padre o una madre, potrebbe essere dato in adozione, strappato dalla sua casa. Che senso ha questo?

Perché i bambini, come si vede dal video, sanno cos’è una famiglia: e per riconoscerla basta un Disegno. Di Legge.

Lascia un commento