Togliere il pannolino con la creatività: la scatola misteriosa

togliere pannolino scatola misteriosa

Molti sono i traguardi affrontati dai bambini e uno degli ostacoli più grandi dei primi anni sembra essere l’autonomia dei piccoli dal pannolino. Il pannolino è una sorta di luogo sicuro dove i bimbi si sentono liberi di fare i propri bisogni, ma è molto importante insegnare loro a utilizzare in modo adeguato il vasino e il gabinetto.

Ecco che anche in questo caso la creatività viene incontro alle mamme: la "scatola del mistero".

Il metodo della "scatola del mistero" per togliere il pannolino

"Pappa, nanna e tante coccole" è un libro scritto dall’educatrice francese Eve Ménard, all’interno del quale viene spiegato un metodo semplicissimo e creativo per incentivare i bambini ad abbandonare il pannolino e ad abituarsi serenamente alla sua assenza.

Questo metodo si chiama "la scatola del mistero" e consiste appunto nel costruire secondo lo stile che preferite, o che preferisce il vostro bambino, una scatola da riempire con piccole sorprese, che il bambino potrà ricevere e scartare ogni volta che sarà in grado di utilizzare il bagno autonomamente e senza bisogno del pannolino. Facendo leva sul metodo del rinforzo positivo il bambino assocerà l’esperienza del bagno, vissuta precedentemente in modo traumatico o poco sereno, come qualcosa di positivo e addirittura divertente, proprio perché grazie alla "scatola del mistero" avrà la certezza di ottenere qualcosa in cambio del proprio impegno.

Come si costruisce la "scatola del mistero"

Il metodo della "scatola del mistero" è attuabile in tutte le situazioni proprio perché semplicissimo. Richiede poco impegno e pochi materiali, solo un po’ di costanza e la pazienza di spiegare al piccolo di cosa si tratta.

Come prima cosa prendete una scatola, anche una banalissima scatola per le scarpe inutilizzata. Se volete decoratela con colori, o incartatela in modo da farla sembrare qualcosa di incredibilmente affascinante. Se volete coinvolgere vostro figlio anche in questa fase di costruzione, potete farlo, prestando però attenzione che non si faccia del male con forbici o altri utensili. Dopo aver creato la scatola è il momento di pensare alle sorprese.

Prendete alcuni vecchi giocattolini di cui il bambino si è dimenticato o che non usa da tempo, procuratevi poi anche qualche piccola e semplice sorpresina nuova e incartate i premi uno per uno con carta colorata e nastrini. Anche in questo caso l’aspettativa e l’estetica giocano un ruolo molto importante nel convincere il bambino a fare i propri bisogni in bagno.

Dove mettere la "scatola del mistero" e come comportarsi col bambino

L’ultima cosa da fare è la più semplice di tutte: mettete la scatola in bagno, in una posizione che permetta al bambino di vederla e di ricordarsi che andare in bagno può procurargli bellissimi regalini. Assicuratevi però che non prenda le sorprese prima di fare i bisogni e fate in modo di spiegare con pazienza e determinazione lo scopo del gioco. Non dovete concedere i regalini a meno che i bisogni non vengano fatti nel gabinetto. Un po’ di severità e coerenza vi porterà a un successo assicurato, altrimenti questo metodo, così come il concetto del rinforzo positivo, non funzionerà.

21 comments

  1. Floriana Ruggieri 20 marzo, 2018 at 00:35 Rispondi

    Praticamente se fa cacca o pipì nel vasino premio mia figlia? A prescindere ke non ne vuole sentire di togliere il pannolino manco a parlarne e sto esaurendo, e poi con tutta onestà mi sa di quando addestri un cane e lo premi con il croccantino. E Cmq mia figlia ha 3 anni e 2 mesi e a settembre deve andare a scuola e non so come fare. Le ho provate tutte. HELP

  2. Barbara Tomè 20 marzo, 2018 at 01:33 Rispondi

    Ma per carità!!!
    Cosi poi per ogni cosa che devono imparare a fare, pretendono il regalino!!
    Poi diventiamo schiavi noi, devono imparare le cose con PAZIENZA e COSTANZA tramite il nostro aiuto. Così poi per qualsiasi cosa possono contate su di noi, non sul regalino!!!
    Secondo me certe teorie pubblicizzate nei social e non solo, sono “mode” che alcuni purtroppo seguono pensando che sia la miglior cosa da fare anziché pensare al metodo migliore, cioè la semplicità, la naturalezza e l’istinto di fare le cose!!
    Ogni bimbo/a ha i suoi tempi e il suo momento, bisogna RISPETTARLI!!
    E se devono iniziare la scuola materna e non sanno ancora farla nel vasino, non credo ci sia una legge che dice che non vengono ammessi (come per i vaccini)!!
    Le maestre e soprattutto le bidelle dovrebbero aiutare in questo no??
    Basta mandarli senza pannolino e con 2-3 cambi, tempo un mese circa passa tutto. Loro si confrontano con i compagni, anche questo aiuta!!
    🤗😉

  3. Vanessa 20 marzo, 2018 at 10:26 Rispondi

    Anch io stessa situazione!!! 2 mesi che ci provo ma a volte la fa in bagno e spesso addosso.. ho provato premi raggiunti con 5 stelline (1 ogni volta che andava in bagno) con tanta pazienza ma nulla. Se la fa addosso .Non so più cm fare… anche noi a settembre scuola !

  4. Francesca Cocco 20 marzo, 2018 at 11:05 Rispondi

    Io penso che un regalino si può fare quando vuoi a tuo figlio…ma premiarlo per aver imparato qualcosa non mi sembra giusto.Certo gli farò i miei complimenti come faccio sempre ma nella vita poi cosa gli insegnano questi metodi?Nulla perché non farà mai nulla per il piacere di farlo ma solo perché poi ci guadagnerà qualcosa..Questo è il mio punto di vista!!

  5. Manuala 23 marzo, 2018 at 08:45 Rispondi

    Buongiorno io devo iniziere a togliere il pannolino alla mia piccola che ha quasi 3anni e a settembre inizia asilo… Sarà dura togliere il pannolino perché lei ancora nn parla bene ora si sta liberando a parlare. Io nn so cm fare…. Spero di farcela per me è la prima volta spero di farcela… Se avete qualche consiglio di cm fare fate sapee

  6. Manuela 23 marzo, 2018 at 08:49 Rispondi

    Buongiorno io devo iniziere a togliere il pannolino alla mia piccola che ha quasi 3anni e a settembre inizia asilo… Sarà dura togliere il pannolino perché lei ancora nn parla bene ora si sta liberando a parlare. Io nn so cm fare…. Spero di farcela per me è la prima volta . Se avete qualche consiglio di cm fare fate sapee

Lascia un commento