Il corpo delle donne dopo il parto: il post di una mamma

Una storia di coraggio. Una storia di onestà e di amore. Sandy Ballard è una mamma di tre bambini che ha superato quelle che sono le comuni difficoltà del vedere il proprio corpo cambiato dopo la messa al mondo dei propri figli. Oggi, col coraggio di una mamma che ama i suoi piccoli, ci racconta tramite un post su Instagram come e perché le smagliature e altri piccoli "difetti" sono per lei delle medaglie.

Smagliature e ventre molle? Chi se ne frega: io vado in piscina

È un questo il messaggio lanciato dalla Ballard: smetterla di ossessionarsi per i difetti del proprio corpo dovuti proprio alle gravidanze e godersi il proprio tempo senza precludersi nulla. Anche perché dice che un giorno i suoi figli non si ricorderanno certo della linea non perfetta della madre, ma del tempo trascorso insieme a lei come una splendida giornata al mare o in piscina. Racconta di aver passato molto tempo a desiderare di riavere il peso-forma di prima e la pelle di una volta, ma poi ha capito che stava perdendo del tempo prezioso da dedicare ai suoi tre figli e allora si è fatta coraggio e ha indossato il suo costume esibendo il proprio corpo senza vergogna, ma anzi come testimonianza della fatica e della conquista di essere diventata mamma. Una conquista aggiunge, che non ha tutte le donne è concessa e che desidererebbero infinitamente avere quelle smagliature.

View this post on Instagram

Nine months in, nine months out. Or something like that. This is postpartum (x3). This is mushy belly, jiggly booty, & bowling ball boobs because #breastfeeding. This body is pool ready. Is it skinny? No. Is it what it used to be? No. Did it bounce right back? No. But it’s a body & it’s at the pool. So it’s pool ready. It grew three giant babies. It stretched to capacity & stretched some more. It nourished two of those babies round the clock. It was cut in half twice. It could barely walk without help, but here it is still standing. I used to spend hours wishing away everything about how it looked. All the stretch marks & imperfections. I could name them off at the drop of a hat. I put things off until I lost the weight. Then I realized I was missing out on their lives. These little people I love so much. I worked so hard to carry to term. I delivered them. I did it all for them. Then I wanted to sit out & cover it up & hide it. Why? Because society tells us we should be one way or have a beach body. Well after my third baby I finally realized I already have a beach body & full arms & a full heart. These kids are watching me & listening to how I talk about myself. Postpartum is beautiful. For every scar & stretch mark & wiggly body part, there’s a woman desperate to have those lines, desperate to have given birth & here I am with not one but THREE healthy happy babies. Praise the Lord for that. Don’t waste time praying to be skinny cuz it ain’t gonna work, trust me. Spend time playing in the pool with your kids. Spend time thanking Jesus for the miracle of motherhood. They won’t remember your lack of thigh gap, they will remember this moment when you had so much fun together. I am working hard to love the skin I’m in. #takebackpostpartum #bodypositive #lovetheskinyourein #thisispostpartum #idontthinkyourereadyforthisjelly

A post shared by S A N D Y B A L L A R D (@theballardbunch) on

Rimedi e prevenzione

Tra i tanti problemi che una mamma può affrontare dopo la gravidanza c'è anche appunto quello di vedere il proprio corpo cambiato e non sempre in meglio. Le ottimiste, a ragione, si vedono più carnose e con un seno più grosso e rassodato, ma è anche vero che spesso la gravidanza porta qualche smagliatura in vita o nelle cosce e che la pelle della pancia perde elasticità. Per evitare o rendere meno evidenti questi fenomeni, ci sono diverse accortezze. Ad esempio, continuare a eseguire attività fisica durante e dopo la gravidanza, ovviamente leggera e se non ci sono controindicazioni da parte del medico. Inoltre, trattare la propria pelle con olio di mandorla, aiuta a mantenerne intatta la tonicità.

Please follow and like us:
error