Allenamento con la corda: dimagrire e restare in forma

L’estate vi ha lasciato in eredità qualche chiletto di troppo e non riuscite proprio a liberarvene? Mangiate solo insalata e minestrone, ma, l’ago della bilancia non vi da scampo?

Non arrendetevi, bastano pochi minuti di allenamento al giorno per perdere peso e ottenere un fisico tonico e atletico.

Come? Ma con il salto della corda.

Ci abbiamo giocato da bambine, viene utilizzata dai pugili per sviluppare resistenza e la usano i personal trainer delle star per scolpire i corpi dei loro clienti.

L’allenamento con la corda presenta notevoli vantaggi: non richiede un grosso investimento di denaro, poiché necessita solo di un paio di scarpette da ginnastica e di una corda; si può fare tranquillamente in casa o al parco durante il tempo libero e bastano solo pochi minuti al giorno per ottenere ottimi risultati.

I benefici di questo tipo di allenamento sono molteplici, in quanto, con un unico gesto si allenano tutti i muscoli contemporaneamente: glutei, gambe, braccia, addominali e pettorali.

Ritorniamo al nostro obiettivo principale, ovvero, perdere peso. E’ stato calcolato che nel corso di una sessione di allenamento di 15 minuti, a media intensità, vengono bruciate circa 200 calorie. Niente male, vero? Se, all’allenamento si aggiunge una dieta equilibrata e sana, i risultati non tarderanno a farsi vedere.

Ecco quindi un esempio di un programma di allenamento ‘brucia grassi’:

Iniziate la sessione con una fase di riscaldamento di circa dieci minuti. In questa fase i saltelli devono essere lenti e profondi. Aumentate gradualmente la velocità e mantenete il ritmo per 4 minuti. Fermatevi per 2 minuti e respirate profondamente. Riprendete quindi ad un ritmo sostenuto e continuate per altri 4 minuti. Concludete l’allenamento con una fase di defaticamento di 15 minuti.

Allenatevi almeno tre volte a settimane e vedrete che riconquisterete subito il vostro peso forma.

Mi raccomando durante i primi giorni non cercate di strafare, ma, procedete per gradi.

1 comment

Lascia un commento