Bambini: quale sport scegliere?

sport

Scegliere lo sport per i nostri bambini può non essere semplice: sono tanti infatti i fattori che vanno tenuti in considerazione. Senza dubbio i più importanti sono le esigenze fisiologiche del bambino, la sua età, i suoi desideri ma anche le problematiche organizzative dei genitori.

Come potete immaginare, trovare la quadratura del cerchio alle volte è proprio complicato. Ecco allora, alcuni degli sport più conosciuti, e qualche indicazioni che dovete tenere a mente.

Nuoto

Il nuoto è sicuramente uno dei migliori sport da svolgere a partire da quando si è molto piccoli, perché aiuta la coordinazione e permette di essere più sicuri in acqua. Inoltrano è uno sport simmetrico nel quale non si rischiano traumi.  Si può iniziare a frequentare a 3 anni e a fare attività agonistica dagli  8 anni.

Basket e pallavolo

Si può partire dai 7-8 anni con corsi specifici che si chiamano minibasket e minivolley: è più complesso iniziare prima perché questi sport richiedono una serie di gesti atletici specifici particolarmente complessi. Sono però attività complete che stimolano i muscoli del corpo e lo spirito di gruppo.  L'attività agonistica si dovrebbe fare a partire da 12 o 13 anni.

Ciclismo

Il bambino è in grado di salire e pedalare in bicicletta già dai quattro anni. Si tratta di uno sport importante, che stimola l'equilibrio è la capacità di affrontare i problemi. È però uno sport asimmetrico e che richiede la conoscenza delle regole della strada. L'attività agonistica non può partire prima dei 12 anni.

Calcio

I bambini posso iniziare a giocare a calcio a 7-8 anni: è uno sport di squadra e quindi migliora la capacità di stare per gli altri. Sviluppa la coordinazione, la velocità e la resistenza ma è simmetrico, perché può stimolare maggiormente gli arti inferiori. Attenzione alla troppa competitività (dei genitori).  Per l'attività agonistica aspettare i 12-13 anni.

Lascia un commento