Il compagno tenta di avvelenarla per farla abortire:"Non volevo un figlio malato"

Un fatto terribile ha colpito una mamma di Bologna. Il finale è a lieto fine ma la storia di questa povera donna in dolce attesa, che ha rischiato la sua vita e quella del suo piccolo bambino, è davvero agghiacciante.

Il compagno tenta di avvelenarla per uccidere il bambino

Lo scorso maggio il suo compagno ha tentato di avvelenarla con del liquido da lavastoviglie. Lo ha diluito in una bibita e gliel'ha fatto bere consapevole che la donna era al settimo mese di gravidanza.

Oggi l’uomo è ai domiciliari e ha confessato di aver agito per uccidere suo figlio e non per fare del male alla compagna.

Il suo scopo era quello di far morire il piccolo che sarebbe potuto nascere con dei problemi. L’esito dell’amniocentesi a cui si era sottoposta la futura mamma ha sconvolto così tanto l’uomo che la sua più grande paura era quella di diventare padre di un bambino malato.

Per fortuna questa triste storia ha un sollevante lieto fine: sia la mamma sia il bambino stanno bene. È nato il piccolo Simone e entrambi sono tornati a vivere dalla famiglia di lei in Toscana.

Simone porterà il cognome della mamma, una donna coraggiosa che ha scampato un grande pericolo. 

36 comments

  1. Sara Meoni 30 agosto, 2016 at 07:03 Rispondi

    Tanti auguri alla splendida e forte mamma e al bimbo guerriero..vorrei dire a chi ha dato di celebroleso a questa persona che siete uguali a lui parlando così..Non è affatto da giustificare ma non sapendo cosa vuol dire avere un figlio malato non vi mettete a giudicare perché è troppo facile. e sopratutto usando l’epiteto di un malato per offendere dimostrate ancora di più di non aver idea cosa sia la disabilità e l’integrazione.

Lascia un commento