Dormire in una favola: arriva il letto-libro

Se ai piccoli lettori le favole della buonanotte non bastano più, ora ci si può addormentare accoccolati fra le pagine di un letto a forma di libro, proprio come succedeva al protagonista del corto d'animazione "The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore".

Per chi ama sognare leggendo una storia, in esposizione alla Peckham Platform di Londra (fino al 23 marzo) c'è il "Bookbed" dell'artista Ruth Beale, che ha realizzato il libro più morbido del mondo trasformando la copertina in un materasso e le pagine in coperte: la lettura diventa così un'esperienza tattile e i bambini ne sono conquistati, rotolandosi letteralmente fra le parole.

Come scrive la rivista "This is", questo singolare esperimento a metà strada fra bibliofilia, arte e design dovrebbe simboleggiare la capacità dei libri di entrare nel nostro privato, conquistando gli spazi domestici e i luoghi della quotidianità. Insomma, libri da adottare come compagni di gioco, per farli finalmente uscire da uno scaffale triste e polveroso.

Il Bookbed di Ruth Beale non è però l'unico esempio di letto-libro: qualcosa di molto simile era già stato realizzato dalla fotografa Yusuke Suzuki, con il suo "Child's play" che dopo la nanna si può arrotolare come un futon giapponese.

Non credete che un arredo del genere in cameretta sarebbe un ottimo antidoto contro i capricci dei pargoli al momento di farsi rimboccare le coperte? E che ne pensate dell'idea di un pigiama party a base di favole? Con la lettura anche il momento del gioco diventa più creativo e divertente, e c'è da scommettere che un libro sotto il cuscino (o, meglio ancora, al posto delle coperte) garantisca sogni a dir poco fantastici.

Stavolta è vero: i libri fanno addormentare, ma di noia neppure a parlarne.

 

Lascia un commento