Smalti senza ingredienti tossici: bellezza fa rima con salute

Avere mani curate e sempre in ordine è un grande piacere, un indicatore di bellezza e diligenza, oltre che una dolce coccola personale.

Ma se a rimetterci fosse la nostra salute?

È risaputo, infatti, che all’interno delle composizioni degli smalti più diffusi sul mercato, sono contenute numerose sostanze nocive e tossiche, che, seppur in minima quantità, sarebbe sicuramente meglio evitare.

Niente allarmismi, per carità, ma un po’ di informazione non guasta mai. La prossima volta che acquisterete uno smalto, dunque, fate bene attenzione a questi ingredienti.

FORMALDEIDE: sulla pericolosità di questo elemento si è espressa anche l’associazione AIRC, che ne ha denunciato la portata cancerogena. Eppure, all’interno di molti prodotti beauty, ma non solo, il suo utilizzo non è ancora stato bandito.

TOULENE: Un solvente molto usato nelle composizioni di smalti, grazie alla sua capacità di garantire una perfetta stesura sull’unghia. Tuttavia il toulene durante l’asciugatura evapora, diventando pericoloso per le vie respiratorie in caso di inalazione.

CANFORA: Una sostanza sintetica altamente velenosa, irritante per le mucose e per la pelle, e che può provocare difficoltà respiratorie e tosse, se inalata durante la manicure.

Per chi volesse andare sul sicuro, esistono in commercio numerosi brand di smalti, per tutte le tasche, che hanno scelto composizioni prive di agenti chimici dannosi, nel rispetto della salute del cliente: nomi eccellenti del mercato high luxury, come Chanel e Dior, e realtà mass market, come Pupa, Kiko, Revlon e Collistar, sono solo alcuni dei marchi in commercio che oggi offrono prodotti safe.

Una piccola scelta consapevole per far sì che alla bellezza esteriore corrisponda, ogni giorno, anche il massimo del benessere e della salute.

Lascia un commento