25 novembre contro la violenza sulle donne: mai più vittime!

violenza-sulle-donne

Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ma per tante donne italiane e in tutto il mondo sarà un’altra giornata di violenza.

E non solo la violenza terribile di chi vive in zone di guerra, ma anche la violenza sottile e distruttiva che tutti i giorni accompagna chi vive con accanto uomini vigliacchi. Uomini che minano costantemente la vostra autostima dicendovi che non siete abbastanza.

Uomini che hanno un concetto variabile della libertà: tutta per loro e zero per voi. Uomini che dove non arrivano con le parole, arrivano con i pugni, con i calci.

Con i coltelli.

E allora ci sono vite che volano via, come quella di Giordana di Stefano, ammazzata dall'ex a 20 anni con 45 coltellate, che lascia una piccola di 5 anni, e vite che formalmente si salvano, ma che da faro splendente diventano il lumicino di una candela, come è successo a Chiara.

Il 3 febbraio del 2014 Maurizio Falcioni picchia la fidanzata Chiara Insidioso Monda, di 19 anni, e in un’escalation di violenza arriva fino a spaccarle il cranio con gli scarponi di sicurezza da operaio. Infierisce mentre lei è a terra, priva di sensi. Poi chiede aiuto ai vicini, che chiamano il 118.

Chiara non muore, ma resta in stato vegetativo, affidata alle cure del padre e della madre. Può muovere leggermente qualche dito. Condannata all'inferno in vita.

Fine della pena: mai.

Il suo assassino, perché altre parole non ci sono per descrivere questo bastardo, si vede diminuire la pena da 20 a 16 anni. Che con un po’ di fortuna, e a gente come questa non manca mai, tra una decina di anni sarà a spasso, pronto a prendersela con un’altra donna indifesa.

La violenza spesso ha basi antiche. Non è un raptus che coglie l’uomo più perfetto del mondo. Impariamo a riconoscerla: e noi madri non dimentichiamo che sottrarci ad un uomo che ci fa del male significa garantire un futuro migliore ai nostri figli. Facciamolo anche per loro.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.