Attacchi di panico nei bambini: come comportarsi?

attacchi di panico nei bambini

Gli attacchi di panico nei bambini sono sempre più frequenti: cerchiamo di capire quali sono le cause scatenanti e qual è la migliore cura possibile.

Attacchi di panico nei bambini: come comportarsi?

Attacchi di panico o disturbi di panico, che rientrano nella più ampia categoria dei disturbi d’ansia, sono degli episodi di paura intensa che determinano tutta una serie di sintomi sia di natura psichica che fisica. Anche i bambini possono essere colpiti da questo problema cui bisogna far fronte con una terapia ad hoc. Sottovalutare il disturbo, infatti, può favorire nel soggetto atteggiamenti asociali (come, ad esempio, il rifiuto della scuola o l’isolamento dal gruppo dei coetanei) o lo sviluppo di malattie psichiatriche più gravi.

Attacchi di panico nei bambini: principali cause e sintomi

Ma da cosa sono determinati gli attacchi di panico nei bambini? Nella maggior parte dei casi alla base del disturbo vi sono elevati livelli di stress e di ansia, causati, per esempio, da una separazione, da una perdita o dalla paura, talora immotivata, di essere abbandonati. Anche una bassa autostima può favorire la comparsa del disturbo di panico: la paura ad esempio di non essere all’altezza dei propri compagni di classe o di disattendere le aspettative di insegnanti e/o allenatori. Come accennato precedentemente gli attacchi di panico sono accompagnati da una serie di sintomi fisici:

  1. tachicardia
  2. sensazione di soffocare
  3. nausea
  4. brividi
  5. vertigini
  6. tensione muscolare
  7. sudorazione eccessiva
  8. vampate di calore
  9. sensazione di estraneità
  10. paura di impazzire
  11. paura di morire

Non di rado gli episodi di panico si manifestano di notte durante il sonno, sotto forma di incubi inquietanti.

Attacchi di panico nei bambini: diagnosi e cura

La diagnosi deve essere effettuata da uno specialista del settore in tempi rapidi, in modo tale da individuare le cause scatenanti del disturbo e mettere a punto una terapia mirata.

 Uno dei trattamenti più efficaci è la terapia cognitivo comportamentale, la quale ha lo scopo di insegnare al paziente le principali strategie per gestire l’ansia. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.