Bari, un giro in barca gratis in favore di bambini e ragazzi autistici

bari-un-giro-in-barca-gratis-in-favore-di-bambini-e-ragazzi-autistici

Un vigile del fuoco di Bari mette a disposizione il gommone di sua proprietà in favore dei bambini autistici, offrendo loro un giro in barca gratis come ottima occasione di svago e benessere in favore delle persone più bisognose.

L'iniziativa parte dai social network, grazie ai quali l'ideatore del post riscuote un successo notevole, soprattutto tra le giovani mamme e i giovani papà che presentano casi di autismo in famiglia.

Il giro in barca gratis e l'obiettivo del post su Facebook

"Regalo a mie spese giro in barca a ragazzi Autistici ( RIPETO GRATUITAMENTE ) zona Bari CONDIVIDETE GRZ". Con queste parole, il giovane pompiere ha lanciato un messaggio preciso: aiutare bambini e ragazzi in difficoltà perché affetti da rare forme di autismo e sempre più bisognosi di attenzioni da parte del prossimo.

Fin dai primi minuti dalla pubblicazione del post lanciato su Facebook, le mamme hanno cominciato a ringraziare il vigile del fuoco che in questo caso ha dimostrato di avere grande sensibilità nei confronti di chi si trova in una condizione di netto svantaggio psico-fisico.

L'obiettivo principale del messaggio sul social è quello di offrire un momento di svago e relax durante i pomeriggi d'estate, sempre più caratterizzati dalla presenza di un clima torrido e per niente confortevole visto l'attuale aumento delle temperature.

Le motivazioni della scelta

La scelta di Giuseppe Valrosso si fonda su motivazioni ed è stato proprio un altro post di Facebook a dare l'idea al vigile del fuoco: tempo fa, il padre di un ragazzo autistico ha postato sul social network un contenuto video attraverso il quale appariva il figlio felice e spensierato mentre trascorreva gran parte della giornata sulla spiaggia, nuotando senza una meta, immerso nelle cristalline acque pugliesi.

L'iniziativa di Giuseppe ha riscosso notevoli approvazioni dai genitori, riconoscenti nell'aver trovato qualcuno che "finalmente pensa anche ai nostri bimbi", ma anche dal mondo delle associazioni. Sempre più in numero maggiore, infatti, sono tante le organizzazioni no-profit impegnate nel sociale che desiderano stabilire contatti con il pompiere della provincia di Bari.

Please follow and like us: