Bimbo in un cassonetto, assolta la mamma

bimbo in un cassonetto assolta la mamma

Il fatto risale al 2013 ma oggi la donna che gettò suo figlio appena nato dentro un cassonetto è stata assolta in appello dai giudici della Corte d'Assise di Roma. La donna aveva partorito in casa e non aveva parlato con nessuno della sua gravidanza. Dopo averla tenuta nascosta per nove mesi, una volta dato alla luce suo figlio, lo ha buttato nella spazzatura perché nato morto.

Bimbo nel cassonetto, assoluzione di reato perché il fatto non sussiste

La sentenza di assoluzione era già stata emessa nel 2015 e ora la Corte d’Assise di Appello ha confermato quanto espresso due anni fa. Marika S. è stata assolta dal reato di omicidio volontario e occultamento di cadavere perché “il fatto non sussiste”.

La difesa della mamma che ha abbandonato il bimbo nel cassonetto

Dopo gli accertamenti medici non si è potuto decretare con certezza se il bambino sia nato vivo o morto.  Non è possibile capire se il neonato poteva salvarsi con un intervento dei soccorsi. L’unica ricostruzione possibile è quella della mamma, che si è sempre difesa dichiarandosi innocente e spiegando che ha gettato il neonato nel cassonetto perché convinta fosse nato morto. 

Please follow and like us:
error

33 comments

  1. Vale-Alex Alexianer 13 Gennaio, 2017 at 17:37 Rispondi

    Assolta ? Ma io bho cosa volete che vi dicesse che lo a ucciso ma io bho ma fate uno piu uno cazzo e poi pprca troia poteva andare a roma li parotrisci e lasci il bambino se nn sei in grado di ocupartene !! Li qualcuno lo puo adottare puo avere una famiglia ma nn ammazzarlo cazzo deh

  2. Veronica Jacuzzi 13 Gennaio, 2017 at 20:20 Rispondi

    Non dico assai ma almeno un paio di anni di carcere solo per aver gettato un essere umano nella spazzatura come fosse immondizia se li meriterebbe , non per altro per farla riflettere su ciò che ha fatto non le avrebbe fatto male

  3. Federica la Rosa 14 Gennaio, 2017 at 07:47 Rispondi

    1)già il fatto che non ha parlato con nessuno della sua gravidanza.. fa riflettere molto..
    2)non ha mai fatto neanche una visita ginecologica per sapere l andamento della gravidanza e 3)non solo nn chiama subito soccorsi x farsi aiutare.. lo getta nel cassonetto xké nato morto.. sei una persona orribile.. anche se fosse stato vero era sempre il tuo bambino e si meritava una degna sepoltura.. spero che facciano lo stesso con te con la differenza che nessuno si accorga che stai lì dentro e vieni fatta in mille pezzi!!!😡😡😡

  4. Nicole Fraticelli 14 Gennaio, 2017 at 14:26 Rispondi

    Siccome non sappiamo se si fosse potuto salvare allora assolviamo la mamma da tentato e (riuscito direi) omicidio visto che non si fanno i processi alle intenzioni . Io sono pro aborto . È diritto della donna come lo è stato il dirotto di voto e divorzio di ogni emancipazione femminile nel corso degli anni nella storia italiana. Perché non abortire? Perché tenerlo nascosto senza cure ne accortezze ne essere aiutata. È quasi un bene se fosse nato davvero morto almeno non ha sofferto più di quanto lo ha fatto dentro la pancia di questa disgraziata. Come si può assolvere un tale reato??

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.