Carta di credito a 6 anni: in Inghilterra è nata la banca per bambini

Arriva dalla Gran Bretagna un'idea rivoluzionaria: una banca per bambini! E' nata Go Henry un'azienda bancaria che distribuisce carte di credito ai ragazzi dai 6 ai 18 anni per insegnare a risparmiare e gestire autonomamente le proprie finanze.

Banca per bambini, perché no?

Tutte le precedenti generazioni di bimbi sono state avvicinate al risparmio dai salvadanai: in latta, cartone o ceramica; con essi i più piccoli hanno imparato ad accumulare i soldini che servivano per qualsiasi spesa più impegnativa di un gelato o una pizza. Adesso è arrivato il momento di tracciare una nuova strada per loro, è quello che hanno pensato una mamma e due papà inglesi. Stringendo accordi con partner dal calibro di Visa e non solo sono riusciti nel loro intento fondando nell'anno 2012 una società che è arrivata a superare la soglia del milione di carte di debito consegnate a minorenni. Mark Timbrell, Doug Mahy e mamma Louise Hill, preoccupati dall'intraprendenza dei relativi figli: chi spendeva l'intera paghetta su E-Bay, chi non riusciva a gestire le spese tramite la Play Station, hanno avuto questo lampo di genio. E adesso vanno giustamente fieri della loro stravagante idea.

Carta di credito, non solo risparmio anche spese online

Go Henry, dal nome del primo cliente dodicenne, permette quindi ai più giovani di cominciare a metter via qualche risparmio ma anche di effettuare acquisti online.

I genitori mantengono comunque il controllo della situazione: trasferire il denaro della paghetta sulla carta, verificare le spese e i negozi utilizzati ed eventualmente bloccare la carta.

Sembrano quindi definitivamente tramontati i tempi delle mancette rigorosamente in monete. Si tratta di un ottimo incentivo all'utilizzo della carta, con innumerevoli vantaggi tra tutti il minor giro di denaro contante, con buona pace di chi pensa che i bambini dovrebbero rimanere il più possibile spensierati, sopratTutto quando si parla di soldi.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.