Cosa regalare a una neomamma?

L’annuncio di una nuova vita che arriva è un’emozione per tutti, in particolare per chi di noi c’è già passata.

Che sia la nostra migliore amica o semplicemente una collega, non possiamo che condividere la gioia e l’entusiasmo per l’arrivo di un bimbo.

Spesso, nonostante l’annuncio sia stato dato per tempo, ci riduciamo sempre nelle ultimissime settimane a dare un’occhiata in giro e vedere come omaggiare la nascita del piccolo. A volte, poi, la natura accelera il corso degli eventi e così ci ritroviamo a fare i salti mortali per trovare un regalo nelle poche ore che ci dividono dall’orario di visita alla neo mamma e al bebè in ospedale.

Una piccola lista, quindi, di consigli e suggerimenti potrebbe fare al caso nostro per evitare di acquistare impulsivamente prodotti inutili e, magari, anche indesiderati.

Per chi si riducesse all’ultimo, il fascino di un colorato e profumato bouquet fa sempre gola: sebbene l’omaggio floreale sia un gesto elegante e raffinato, è bene evitare. Infatti, la cura che i fiori richiedono, l’angustia di molte delle camere d’ospedale, le debilitate condizioni fisiche della mamma e, talvolta, anche il regolamento del reparto, impongono di rinviare a un momento successivo l’acquisto di un bel mazzo di fiori.

Quanto a tutine, vestitini e maglioncini, difficile resistere alla tenerezza di quei modelli taglia zero, con i loro colori pastello e le grafiche così dolci, ma dobbiamo riuscirci. Infatti, la neomamma avrà già un corredino fitto fitto di vestitini per i primi mesi: se proprio non riusciamo a trattenerci, meglio puntare su taglie un po’ più grandi, come sei o dodici mesi.

Il miglior regalo, tuttavia, non ha prezzo e non si trova in vendita: il tempo.

Se siamo in confidenza con la neomamma, evitiamo le formalità ed il superfluo dei primi giorni, quando catalizza su di sé le attenzioni di tutti e teniamoci pronte quando – tornata a casa – avrà un bel da fare con il pargoletto.
Regaliamole una mezzora da dedicare a sé stessa, tenendole il bambino e lasciamola uscire a fare due passi o farsi una doccia, dedichiamo un paio d’ore per riassettarle casa e stirare i vestiti, mentre si appisola dopo una notte insonne; portiamole una teglia di buone lasagne per farle mangiare qualcosa di diverso dai cibi surgelati del supermercato.

Da mamme, sappiamo bene quanto questi doni siano i più graditi e attesi nei primi mesi dopo il parto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.