Cose da insegnare a mio figlio

Mi devo assolutamente ricordare di insegnare a mio figlio:

 

- quant'è divertente spalmarsi i palmi delle mani di Vinavil e che aspettare che si formi quella pellicola da staccare può diventare il passatempo di interi pomeriggi;

- che i pennarelli ad alcool, lo smalto e la benzina non dovrebbero essere inalate, lo so, ma hanno un odore al quale non si può resistere;

- quant'è divertente scoppiare i pallini della carta da imballaggi;

- che il vino bianco, come la birra, va bevuto solo se ghiacciato;

- la tristezza di un gelato alla frutta paragonato ad un cono doppia panna con Bacio, Stracciatella e Biscotto;

- che mettere le dita nel naso, con parsimonia, si può;

- che i tatuaggi fanno male anni dopo ma per quello che ricordano (cit.);

- che è molto più divertente mangiare con le mani, possibilmente in posizione semi sdraiata e sul divano, piuttosto che seduti composti a tavola;

- che i colori dell'autunno sono i più belli;

- quanto sia importante la parola data rispetto ai tanti sacrifici che bisogna fare per mantenerla;

- che di imparare non si finisce mai e che si impara da chiunque e ovunque;

- che per imparare, da chiunque e ovunque, bisogna essere umili;

- quanto sia difficile realizzare i propri sogni;

- che dietro un sogno non realizzato c'è sempre qualche insegnamento da cogliere;

- che i leggins non sono pantaloni;

- che nella vita le misure contano, ma non sono tutto;

- che non esiste un libro più bello del mondo, ma "Cent'anni di solitudine" di García Márquez e "Un Uomo" della Fallaci si avvicinano molto a qualcosa che sa di perfezione;

- che Lisbona è più romantica di Parigi;

- quanto sia buono il pane con il pomodoro fresco, un goccio d'olio e sale;

- che lo sport è una cosa seria e che vincere è importante, ma il rispetto dell'avversario lo è di più;

- che ci sono compromessi ai quali si può cedere. Altri ai quali no, non si può;

- che perdere tempo è importante. A volte indispensabile;

- quanto piaccia ad una donna un uomo che sa cucinare;

- che, anche se non si dovrebbe, ci saranno momenti in cui perdere dignità per un amore sembrerà l'unica strada percorribile;

- che se l'amore non è per sempre la correttezza, l'onestà e il rispetto, invece, sì;

 

Poi c'è tutto il resto, tutto quello che mio figlio ha insegnato a me.

3 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.