Creare tappeti pelosi con vecchi asciugamani

Ricordate quella volta che avete sbagliato a far la lavatrice e vi siete ritrovate con il bucato a chiazze color prugna o verde carciofo, peggio di una carta geografica surrealista? In mezzo, magari, c'erano anche asciugamani che ora sarà difficile far tornare al loro colore originale: appenderli in bagno sarebbe un bel pugno nell'occhio.

Oppure, anche se non avete mai stinto un solo calzino, qualche vecchio asciugamano inutilizzabile perché assottigliato e logoro ce l'avrete di certo. Non starete mica pensando di buttar via questo tesoro, vero?

Bene, vuotate il cesto della biancheria, tirate fuori i vecchi asciugamani e trasformateli in tappeti pelosi e morbidissimi per arredare il bagno o la cameretta dei bambini: provare per crederci, vi sembrerà di camminare sull'erba.

Da dove si comincia?

Decidete prima di tutto che grandezza (e che forma) dovrà avere il vostro tappeto, poi andate in un qualsiasi negozio di articoli da bricolage e acquistate una rete antiscivolo quadrettata (a trama non troppo stretta) delle dimensioni necessarie: sarà questa la base del tappeto.

Procedete riducendo gli asciugamani in striscioline sottili, ciascuna delle quali dovrà passare in un riquadro della rete ed essere allacciata con un doppio nodo (fate in modo che tutti i nodi risultino dalla stessa parte). 

Continuate fino a riempire completamente la rete e a poco a poco vedrete questo soffice tappeto formarsi sotto i vostri occhi: non è necessario utilizzare asciugamani dello stesso colore, anzi, sarà divertente mescolare a caso le tinte per creare allegri tappeti-arlecchino che daranno un'aria giocosa al regno del vostro pargolo.

Se poi dopo le prime prove vi sentite pronte per sperimentare qualcosa di appena un po' più complesso, combinate i colori con metodo, creando disegni, scritte o figure geometriche. 

 

Lascia un commento