I diritti dei nonni sui nipoti tutelati anche dopo il divorzio

diritti-dei-nonni

Quando una coppia con figli si separa, si mettono in moto tante dinamiche, in genere poco piacevoli. Perché ad essere coinvolti non sono solo quelli che stanno per divorziare, ma anche ovviamente i figli e quindi anche i nonni.

 Forse non ci abbiamo mai pensato: ma in una situazione già difficile possono innestarsi anche i diritti dei nonni di vedere e continuare a frequentare i nipoti. O forse sarebbe meglio dire i diritti dei nipoti di non perdere un legame forse per loro molto importante.

Ma cosa dice la legge?

L'art. 317 bis, c.c. introdotto dal D.Lgs. n. 154/2013, ed entrato in vigore il 7 febbraio 2014, dice «gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni»; e poi «l’ascendente al quale è impedito l’esercizio di tale diritto può ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché siano adottati i provvedimenti più idonei nell'esclusivo interesse del minore».

Insomma, non si può essere più chiari di così: i nonni hanno dei veri e propri diritti, che se lesi possono essere richiamati attraverso un giudice.

Si tratta di una novità entrata in vigore negli ultimi anni, perché prima questo diritto era solo dei nipoti nei confronti e non al contrario, mentre ora viene riconosciuta la reciprocità.

Ovviamente non si tratta di una formula matematica, e ci sarà sempre un giudice a stabilire se si tratta di una frequentazione che fa il bene del bambino. Insomma se i nonni possono sostenerlo in un momento così difficile o renderlo peggiore.

Addirittura secondo la Corte Europea, i nonni hanno gli stessi diritti dei genitori nella frequentazione dei bambini. Certo, ogni scelta va fatta in base al beneficio del bambino: e visto che a volte in Italia le suocere (che però sono anche nonne) arrivano ad essere causa di separazione è sicuramente importante valutare caso per caso.

4 comments

  1. Laura Zapparoli 27 febbraio, 2016 at 10:15 Rispondi

    Pienamente d’accordo ovviamente chi si diverte ancora a rovinare i matrimoni dei figli può poi pretendere di essere il riferimento della famiglia? Quale nipote vorrebbe passare del tempo con la causa della separazione dei suoi genitori? ! Iniziate a tutelare la famiglia x davvero che sti poveri bambini hanno bisogno d sentimenti autentici non di litigi x il possesso. Mio modesto parere : la famiglia è composta da 2 persone che si amano e i loro figli.

  2. Gabiria Nicole Cavalieri 27 febbraio, 2016 at 21:04 Rispondi

    E si giusto quando nel arco del matrimonio se ne sbattono dei nipoti al momento del divorzio causato dai cari nonni allora si rinvengono che hanno dei diritti!!! Però i doveri quelli non li ricordano é no solo diritti la legge nn dovrebbe permettere tali cose se nn ce rapporto prima nn ci deve essere dopo punto

Lascia un commento