Donne stressate? Attenzione, aumenta il rischio sterilità

Straordinari in ufficio, datori di lavoro decisi a farti impazzire, impegni familiari da conciliare: le vie dello stress sono infinite e portano sempre a te.

Così, prima di accorgertene, la situazione può sfuggirti di mano ed eccoti sopraffatta da un'ondata incontrollabile di nervosismo e agitazione.

I riflessi sul benessere fisico non tardano a farsi sentire, perché sì, lo stress fa male sia alla mente che al corpo e ai primi segnali bisognerebbe prendere delle contromisure. Un motivo in più per riconquistare la calma arriva da uno studio condotto dai ricercatori dell'Ohio State University Wexner Medical Center e diretto da Courtney Denning-Johnson Lynch: stando ai risultati pubblicati sulla rivista Human Reproduction, lo stress rende più difficile il concepimento e addirittura raddoppia sul lungo periodo il rischio di infertilità (quest'ultima diagnosticata clinicamente se dopo 12 mesi di rapporti regolari e non protetti non si è ancora rimaste incinte).

La ricerca ha preso in esame un campione di 500 donne fertili fra i 18 e i 40 anni, cui è stato fatto un prelievo per valutare la concentrazione nel sangue dell'alfa-amilasi, un enzima considerato una sorta di rilevatore biologico dello stress. Cosa mostra il test di laboratorio? Che le donne in cui il tasso di alfa-amilasi è più alto hanno il 29% in meno di probabilità di rimanere incinta.

C'è anche da considerare che i tentativi falliti di avere un figlio possono essi stessi contribuire a innescare un circolo vizioso, rendendo l'aspirante mamma sempre più stressata.

Per spianare la strada ad una gravidanza, allora, è fondamentale recuperare l'equilibrio con se stesse: le soluzioni anti stress esistono, qui te ne indichiamo alcune.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.