Elena Santarelli racconta in TV la battaglia del figlio

elena-santarelli-racconta-in-tv-la-battaglia-del-figlio

Elena Santarelli torna in televisione e lo fa sedendosi sulle poltrone de "La Repubblica delle Donne", la trasmissione condotta da Chiambretti. Durante la puntata di martedì la showgirl ha raccontato come è cambiata la vita della sua famiglia dopo la scoperta di un tumore cerebrale al figlio Giacomo di 10 anni.

La Santarelli ha voluto ricordare l'importanza della ricerca verso queste e altre malattie, non volendo puntare i riflettori su di sè, precisando che quando è in ospedale con Giacomo è come tutte le altre mamme.

La scoperta della malattia e la battaglia portata avanti da un anno

Un anno fa Elena e suo marito Bernardo Corradi, scoprivano che il figlio Giacomo aveva un tumore cerebrale. La showgirl nel salotto televisivo di Chiambretti ha ripercorso le prime fasi della scoperta della malattia e la dura battaglia che da quel giorno conducono al fianco del ragazzino. "Le cure in questo momento sono in day hospital - ha raccontato la Santarelli - Mi prendo il mio numeretto e mi metto in fila, come quando si va a prendere il pane. Ed è strano farlo per far fare la chemio a mio figlio".

Durante l'intervista ha poi rimarcato di voler trasmettere il massimo della positività al figlio che, nonostante la grave malattia, affronta la quotidianità con coraggio e come se quella che lo ha colpito fosse una normale malattia, come il morbillo.

Le critiche sui social e la stima per Nadia Toffa

La presenza nella trasmissione di Chiambretti è stata inoltre l'occasione per Elena Santarelli di replicare alle accuse che da mesi, cioè da quando è stata resa nota la notizia della malattia del figlio, la vedono protagonista sui social network. In particolare la Santarelli è stata molto criticata su Instagram per alcuni lavori televisivi e di promozione fatti durante le cure ospedaliere del figlio. A essere additata come una pessima madre, però la Santarelli non ci sta e replica: "Mi dicono che vado in tv e non sto vicino a mio figlio. Mi criticano anche perché mi trucco, mi pettino… Ieri ho visto la mamma di un bambino che era in ospedale, truccata e profumata. C'è chi prende la 104, si assenta dal lavoro va in ospedale perché il figlio deve fare la chemio, e poi torna a lavorare. Criticano me soltanto perché lavoro in televisione".

Prima di lasciare il programma la showgirl ha ribadito la solidarietà verso l'amica Nadia Toffa, la conduttrice delle Iene colpita anche lei da tumore cerebrale. Entrambe erano, infatti, state criticate sui social per essere troppo esposte in merito alla malattia come se solo loro ne fossero state colpite. "Ho sempre detto che ci sono milioni di persone nel suo e nel mio stato che sono un esempio e che sono donne toste e coraggiose. Ovvio che Nadia con la sua popolarità può essere un esempio di positività. Nonostante tutto cerchiamo di portare rispetto per le storie degli altri".

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.