Giornata Mondiale Prematuri: Octopus for a Preemie tra le iniziative del 2018

Il 17 Novembre è una data molto importante e che coinvolge operatori sanitari e non solo. Si tratta, infatti, della Giornata Mondiale della Prematurità.

Il fenomeno delle nascite premature è purtroppo sempre più diffuso. Allo stato attuale si stima che colpisce 1 bambino su 10. Al fine di sensibilizzare e di aiutare le famiglie che si trovano ad affrontare la nascita di un bambino pre-termine nella giornata di domani i monumenti di molte città di tingeranno di viola, mentre in tutta Italia verranno organizzati incontri e convegni sul tema.

Non mancano però nemmeno le iniziative più particorari, come la raccolta dei pupazzetti che fa parte del progetto Octopus for a Preemie.

Octopus for a Preemie per i bambini prematuri

L'iniziativa trova origine in Danimarca. Il personale medico del posto aveva notato che i bambini prematuri ottenevano beneficio dalla presenza di polipi giocattolo realizzati all'uncinetto. Comprimendo i tentacoli i nascituri si dimostravano più calmi, con un battito cardiaco regolare e con una maggiore ossigenazione nel sangue.

giornata-mondiale-prematuri-octopus-for-a-preemie-tra-le-iniziative-2018

La motivazione ha una spiegazione molto semplice: i tentacoli sono simili al cordone ombelicale e rievocano nei bambini un ambiente familiare, ovvero quello uterino, da cui hanno dovuto separarsi prima del previsto. Octopus for a Preemie ha così permesso la donazione di oltre 20.000 pupazzetti.

Octopus for a Preemie

Foto: Katie Nobes

Iniziative per prematuri in tutto il mondo

Octopus for a Preemie è un progetto su scala mondiale. Si è diffuso negli Stati Uniti fino ad approdare in Europa e quindi anche in Italia. I comuni coinvolti sono davvero tanti. Da nord al sud della nostra penisola migliaia di volontari sono oramai attivi per la raccolta dei pupazzi all'uncinetto.

Octopus for a Preemie

I coordinatori del progetto, fra i quali quelli di Verona, Ragusa, Monza, Parma e molti altri, sperano di coinvolgere un numero sempre crescente di partecipanti. Ogni pupazzetto donato, in cotone 100%, è sottoposto ad un controllo rigoroso per evidenti ragioni di sicurezza.

Coloro che vogliono aderire al progetto devono rivolgersi ai promotori e chiedere lo schema per realizzare i pupazzi, seguendo le precise istruzioni sui materiali da usare e le dimensioni da rispettare. Requisito indispensabile: saper lavorare all'uncinetto. Nel caso però non foste capaci di lavorarlo niente paura: in molte città italiane è attiva la raccolta dei gomitoli di lana che potranno servire alla creazione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.