Tutti al mare: la giusta alimentazione in spiaggia

alimentazione in spiaggia

Crema protezione 50, ombrellone, giochi, costumino di ricambio, occhiali da sole.

Avete pensato a tutto?

No: manca la pianificazione del pasto.

Per i grandi, e ancor più per i bambini, è importante curare con attenzione l’alimentazione in spiaggia: mangiare bene, sano e fresco è fondamentale per combattere il caldo, e apportare il giusto livello di nutrienti, senza appesantirsi.

Ecco qualche consiglio da seguire.

Piccoli snack per la giusta alimentazione in spiaggia

Se fosse per i bambini, in spiaggia non si mangerebbe mai: presi tra mille giochi, tuffi e castelli di sabbia, l’alimentazione è l’ultimo dei loro pensieri.

Invece idratarsi costantemente e tenere il corpo equilibrato in termini di vitamine e minerali è fondamentale.

Come fare?

Secondo gli esperti è bene mangiare poco e spesso, per rimanere leggeri ma in forze.

Perfetti, allora, piccoli snack naturali, come: verdure a bastoncini (carota, sedano, finocchio ridotti a listarelle, già lavati e chiusi in mini sacchetti) e pezzetti di frutta (pesca, melone, anguria, mela, già porzionati, facili da mangiare e pronti all'uso).

Ogni tanto richiamate il piccolo dai suoi giochi e proponetegli un tocchetto di frutta e verdura, insieme ad un sorso d’acqua: pochi secondi – per non distrarlo troppo dal divertimento – e sarete sicure di dargli le vitamine di cui ha bisogno!

Alimentazione in spiaggia: il pasto principale

Leggeri, digeribili, ma con gusto: in spiaggia scegliete cibi freschi, appetitosi ma non troppo grassi e conditi.

Ideali per tutta la famiglia le classiche insalate di riso o di pasta, da arricchire con quello che più amate: tonno, uova sode, prosciutto cotto, pomodorini freschi (meglio evitare i sottoli, la maionese e la carne conservata, come il wurstel).

Colorati e pratici anche i sandwich, meglio se con pane in cassetta integrale o ai cereali, da farcire con proteine, come petto di pollo grigliato, affettati leggeri – cotto o tacchino – e qualche foglia d’insalata. (meglio evitare salse e insaccati)

Per i bambini sotto i 2 anni, portate in un thermos la classica minestrina di verdure condita con olio e grana.

Ricordate di non esporre i piccoli al sole tra le 12 e le 16 e di consumare il pasto in un luogo fresco e arieggiato, per evitare colpi di calore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.