Gravidanza e movimento: qualche consiglio

L’attesa di un bambino è uno dei momenti più intensi nella vita di una donna, chiamata a vivere la più radicale trasformazione del suo essere sia nel fisico, che nella mente.

La gravidanza è un periodo anche molto delicato in cui una donna deve prendere le dovute precauzioni per non danneggiare il regolare andamento della gestazione e anticiparne la conclusione.

È, pertanto, naturale che alcuni cambiamenti nelle abitudini quotidiane siano necessari, a tavola, nei ritmi di vita così come nelle abitudini igieniche.

Quanto al movimento fisico, gli ultimi studi hanno evidenziato che la sedentarietà sarebbe molto pericolosa e, quindi, anche in gravidanza andrebbe svolto del regolare movimento moderato.

In contrasto con quello che in passato era considerato come il momento di assoluto riposo, oggi la donna in attesa, per il bene proprio e del bambino, deve praticare dello sport.
Naturalmente la qualità e quantità dello stesso dipende dallo stile di vita tenuto prima del concepimento: se eravamo solite a praticare molto sport potremo seguire una tabella di esercizi più intensa rispetto a chi seguiva uno stile di vita più inattivo.

Per tutte, comunque, delle sessioni regolari di ginnastica dolce sono consigliate: permettono di mantenersi in movimento, ma senza affaticarsi troppo, nonché di prevenire disturbi quali l’insorgere delle vene varicose, l’aumento eccessivo di peso, i dolori o la stitichezza.

Molto indicata anche la semplice passeggiata che consentirebbe, oltre a un graduale movimento fisico, di ridurre la depressione grazie al rilascio delle endorfine; quanto a sport più impegnativi, è bene consultarsi con il proprio medico curante.

Di sicuro, non avremo che da appendere per il momento al chiodo le attrezzature per sport dove il rischio di caduta o contatto con persone od oggetti esterni sia molto elevato.

1 comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.