Ilaria Maggi: "Mio figlio maltrattato all'asilo. Come sta oggi"

ilaria-maggi

Un’altra notizia di cronaca che riguarda i bambini è diventata di dominio pubblico.

L’ennesima maestra che insulta, picchia, umilia bambini piccoli che non possono ribellarsi. Si tratta di fenomeni odiosi, e a fronte di tante insegnanti brave e preparate, anche poche mele marce riescono a segnare indelebilmente l’immaginario collettivo.

Ma ci siamo mai chiesto cosa succede ad un bambino che ha subito il trauma dei maltrattamenti?

Ne parla Ilaria Maggi, madre di una delle piccole vittime dell’Asilo degli orrori Cip&Ciop di Pistoia. Suo figlio all'epoca aveva sette mesi, e come altri bambini era stato sopposto a trattamenti brutali. Sono trascorsi molti anni e il bimbo è cresciuto, ma nei suoi comportamenti restano ancora tracce delle violenze subite.

Ilaria Maggi, che ha affrontato il trauma terribile di scoprire che il proprio figlio era un bambino maltrattato, ha fondato una onlus che si chiama La Via dei colori, che sostiene le piccole vittime maltrattate in strutture come gli asili.

L’augurio che le facciamo? Ovviamente che i bimbi da sostenere siano sempre di meno.  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.