Io faccio il pane in casa: e voi?

Come si comincia a fare il pane in casa? Confesso che, nonostante io e mio marito abbiamo sempre avuto un grande amore per la cucina genuina, a questo punto non c’ero ancora arrivata.

Uscire di casa alle 7.30 per andare in ufficio e ritornare alle 18.00, con due figli molto piccoli che ti aspettano, lascia zero spazio alla possibilità di fare altre cose. Poi un giorno ho perso il lavoro: mi sono rimboccata le maniche, e sono diventate una mamma – copy/impastatrice di pane. All’inizio l’idea è partita per risparmiare ma poi il gusto di farlo, e il sapore del pane stesso, sono diventati indispensabili.

La ricetta è davvero semplice: per 4 persone (2  grandi e 2 piccoli) peso 500 grammi di farina tipo zero e la metto a fontana in una grande ciotola. Ai lati della fontana aggiungo un bel pizzico di sale (che non deve mai entrare direttamente in contatto con il lievito) e al centro verso due cucchiate di olio extravergine di oliva (ma quello buon, eh!). Sbriciolo poi 25 grammi di lievito fresco in una tazza con circa 150 grammi di acqua tiepida ed un cucchiaino di zucchero, e una volta sciolto lo amalgamo alla farina.

Sposto tutto sulla tavola per impastare e do agli ingredienti una forma a palla, poi la rimetto nella ciotola pulita, la copro con uno strofinaccio umido e la metto a lievitare nel forno spento ma con la luce accesa e senza gradazione. Trascorse due ore estraggo la pasta cresciuta, la divido in due panetti e li stendo con il mattarello, ad uno spessore di un paio di centimetri, poi li arrotolo su loro stessi e rimetto i 2 filoncini a lievitare altre due ore.

Quando i filoncini saranno ben lievitati, li estraggo dal forno, lo accendo a 180° e quando è caldo li rimetto dentro: la cottura è soggettiva, ma 20 minuti servono comunque.

Con questo pane siamo a posto una settimana. In un mese spendo per realizzarlo intorno ai 4 euro, ma se avessi dovuto acquistarlo ne avrei spesi oltre 35/40, senza contare tutto quello che resta indietro perché dopo un giorno è già secco.

L’unico cruccio è non saper fare ancora la pasta madre: voi che ne pensate? Fate il pane in casa? E come?

Please follow and like us:

1 comment

  1. Giorgia/Mammaeco 6 gennaio, 2015 at 21:39 Rispondi

    ciao e ancora buon anno! :-)
    anche io ho iniziato a fare il pane in casa e ho trovato soddisfazione personale, proprio come dici tu, e consensi in famiglia, per cui è diventata ogni volta una sfida diversa e bellissima, perchè le ricette per fare il pane sono davvero infinite!
    non sono ancora approdata al livello superiore: la pasta madre….!!! ma per ora è troppo impegnativa, con due pupe piccole a casa nun jea fò…. :-)
    se ti va, puoi provare la versione super velocissima senza lievito..in meno di un’ora hai dei fantastici panini da gustare e farcire come più piace ai tuoi familiari:
    http://mammaeco.blogspot.it/2014/01/pane-senza-lievito-e-velocissimo-da.html
    a presto e buona panificazione ;-)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.