Irritazioni e prurito intimo? No grazie, il detergente lo faccio da me

Quante volte capita di trovarci in imbarazzo per un fastidioso prurito intimo? No, non è la solita pubblicità che puntualmente ci rifila la TV proprio all'ora di pranzo, ma una situazione comune a molte donne.

In assenza di problemi specifici, quali malattie a trasmissione sessuale, il prurito e l'irritazione delle zone intime è causata da un detergente troppo aggressivo che non rispetta il naturale ph fisiologico.

La situazione peggiora se indossiamo pantaloni aderenti e biancheria non idonea, come slip in microfibra colorata, meglio optare per il cotone bianco o con colorazione naturale.

Trovare il detergente intimo perfetto è quindi un'operazione piuttosto complicata. Non tutte siamo uguali e la pubblicità sicuramente non aiuta nella scelta. La prima cosa da fare è quella di leggere attentamente l'INCI del prodotto e se non ne troviamo uno che ci soddisfi proviamo ad autoprodurlo.

Un detergente intimo assolutamente naturale è quello a base di bicarbonato. Bisogna mescolare mezzo cucchiaio di normale bicarbonato con poca acqua, in modo da ottenere una pappetta non troppo corposa, che utilizzeremo per il lavaggio delle parti intime, sciacquare molto bene con acqua tiepida. Molto utile se si soffre di candidosi.

Un altro detergente intimo molto delicato e nutriente è quello a base di miele e yogurt. Questa è una ricetta molto semplice da realizzare e praticamente a costo quasi zero.

 

Procuriamoci quindi:

-   dello yogurt bianco intero, ovviamente fresco (1 cucchiaio circa)
-   del miele d'acacia (mezzo cucchiaio)
-   dell'amido di riso (un cucchiaio abbondante)

 

Se vogliamo dare al nostro detergente intimo una profumazione particolare, aggiungiamo poche gocce di olio essenziale. Dobbiamo quindi mescolare tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo.

Possiamo utilizzarlo anche più volte al giorno, perché è assolutamente delicato e non aggressivo, miele e yogurt aiutano a idratare una delle zone più delicate del nostro corpo, l'amido di riso consente di detergere senza aggredire il ph fisiologico. Ovviamente, questo detergente è privo di conservanti, per cui è consigliabile produrne poco alla volta e utilizzarlo al massimo entro una settimana. Il composto va conservato in frigo in un vasetto di vetro preferibilmente scuro.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.