Matthew, il bimbo di 7 mesi che sembra appena nato

matthew-nanismo2

Matthew è un bimbo americano di 7 mesi che a causa di una patologia rara ha l’aspetto di un bimbo appena nato. È affetto da MOPDII, meglio conosciuta come nanismo primordiale.

La storia di Matthew

Occhietti vispi, viso sorridente e tanta voglia di giocare. Matthew è un bimbo come tanti che ama divertirsi con i suoi genitori e osserva con curiosità quello che lo circonda, in realtà nonostante i suoi pochi mesi e la felicità che trasmette, non ha una vita semplice.

Alla ventottesima settimana di gestazione, i medici si resero conto che il piccolo non stava crescendo adeguatamente e decisero di farlo nascere. Quando Matthew venne al mondo, il suo peso era di appena 500 grammi. Secondo i medici questo problema era dovuto a un ritardo della crescita intrauterina.

Dopo la nascita, il piccolo ricevette tutte le cure necessarie nel reparto di terapia intensiva neonatale, ma il suo corpo continuava a non crescere. Questo segnale era preoccupante e le speranze di vita erano poche.

matthew-nanismo3

Matthew, la diagnosi di nanismo primordiale

Dopo tre mesi, i medici diagnosticarono la patologia: Matthew non cresceva adeguatamente perché è affetto da nanismo primordiale. Il piccolo potrà camminare, giocare, parlare, vivere ma la dimensione del suo corpo sarà sempre mini.

Matthew soffre, purtroppo, di un’altra patologia definita Moyamoya che causa l’occlusione delle arterie più importanti che portano il sangue al cervello. Nell’ultimo periodo, il bimbo ha subito due interventi chirurgici. Gli spostamenti e le spese mediche sono molto costose per cui la famiglia ha aperto una campagna di sostegno sulla piattaforma di fundraising GoFundeMe.

Matthew ha al suo fianco due genitori determinati e due fratelli maggiori che cercano ogni giorno di fargli vivere una vita il più normale possibile. Dal sorriso di questo piccolo omino di meno di due chilogrammi e dalla dolcezza che traspare dal suo viso, pare ci stiano riuscendo.

 

Please follow and like us:
error

4 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.