Moda primavera-estate 2014: cosa non può mancare nell’armadio

Tempo di cambio di stagione e la voglia di rinnovare il guardaroba diventa irresistibile: sempre con intelligenza e alla ricerca del low cost, un po' di shopping possiamo permettercelo, e allora quali sono i capi da preferire per sentirsi davvero alla moda in questa primavera-estate 2014?

La prima buona notizia è il ritorno delle gonne a ruota stile anni '50, che sfiorano il ginocchio e stanno bene anche a chi ha cosce un po' abbondanti: ampie e svolazzanti, da portare a vita alta, ti faranno sentire a tuo agio regalandoti un tocco di eleganza romantica, molto femminile. Abbinale a top essenziali che fasciano il busto, e quando fa fresco aggiungi bolerini in maglia altezza vita.

Un po' più difficile da portare, ma altrettanto stilosa, la gonna plissettata in tessuti leggerissimi, corta sopra il ginocchio o lunga alla caviglia. Di gran moda anche lo stile bon ton con camicie e abitini impreziositi da colletti gioiello, che da soli possono trasformare un outfit da giorno in un'elegante mise da sera.

Tessuti, colori? Regola fondamentale da tenere a mente è che la primavera-estate 2014 è la stagione delle stampe floreali: i fiori sbocciano ovunque, su gonne e abiti anni '50, ma anche sulle giacche (corte in vita o abbondanti) e sulle maxi camicie da portare con i jeans, per un look sognante, provenzale e un filo country.

Ultimo ma non ultimo il pizzo, le vetrine ne sono praticamente invase: molte le versioni in cui declinarlo, il pizzo nero è perfetto per una serata elegante, ma se lo scegli in colori pastello puoi tranquillamente portarlo anche di giorno, magari in un top abbinato a un paio di jeans o in un vestitino da rendere più informale con stivaletti bassi e borsa in cuoio.

E non basta, perché il pizzo finisce perfino sulle scarpe! Per star comoda ma con stile scegli un paio di ballerine in pizzo, che ti faranno sentire con un piede (e non uno solo!) nell'estate.

Aria nuova, vita nuova: sei pronta a salutare la primavera-estate 2014 con un cambio d'abito?

Lascia un commento