Multa in arrivo ai genitori ritardatari all'asilo

multa-genitori-asilo

Arrivare puntuali è una prerogativa del rispetto. Per questo l’asilo nido di San Vendemiamo, in provincia di Treviso, ha messo in riga i genitori del paese. In che modo? Ha pensato a un regolamento con una multa salata per chi arriva in ritardo a prendere i suoi figli.

Multa per chi arriva in ritardo

La multa si aggira dai 10 ai 40 euro in relazione all’orario in cui si arriva in ritardo. Saranno ammessi soltanto cinque minuti di tolleranza, un bonus che intende mostrare l’elasticità dell’asilo.

La decisione della direzione è davvero articolata. Prevede una multa anche per i genitori che portano in anticipo i bambini.

Quanto costa il rispetto per il lavoro e la persona?

Questo regolamento, che all’apparenza può sembrare molto rigido, nasce da una condotta troppo libera da parte dei genitori, che con il loro ritardo cronico obbligano le maestre d’asilo a restare in aula fuori dell’orario del lavoro per un tempo extra che non viene pagato dalla struttura.

E allora la multa sarà di 10 euro per chi arriva in ritardo entro i 29 minuti, 20 euro per chi supera la mezz’ora e 40 euro per chi oltrepassa l’ora.

Questo metodo coercitivo funzionerà per i genitori ritardatari? 

89 comments

    • Romina Geminati 5 ottobre, 2016 at 17:53 Rispondi

      Le bidelle non sono tenute … questo atteggiamento denota proprio mancanza di rispetto … poi lo si pretende dai bambini! Credo che l’insegnante non dica niente se capita una volta. Il problema è che in due classi di 26 … dove c’è chi pensa sia normale arrivare sistematicamente in ritardo … nemmeno si scusano! Tutto è dovuto! Cosa c’entra la corona?!

    • Sabrina Vacca 5 ottobre, 2016 at 21:29 Rispondi

      E se quella maestra ha dei figli anche lei da prendere a scuola? Questo è egoismo , vige il rispetto forse a scuola
      Dovrebbero insegnare le regole ai genitori prima che ai bambini

  1. Marta Marino 5 ottobre, 2016 at 17:24 Rispondi

    Io penso che un genitore parte con un po’ di anticipo da casa x essere puntuale al ritiro del piccolo…anke se sono convinta che se capita una volta nn é xke si é voluto ma può capitare X cause accidentali tipo traffico…incidente sulla strada ecc che sono cose che purtroppo possono accadere…
    Secondo me é ridicola questa multa xke voglio vedere chi é questo genitore che ritarda sempre nel ritirare suo figlio dall asilo!!!

  2. Samantha Grandi 5 ottobre, 2016 at 17:34 Rispondi

    Se gli asili e le scuole facessero gli orari di tempo normale(8_12/13) e tempo pieno(8_16) un genitore potrebbe essere meglio agevolato!!!! Quando io andavo a scuola erano così e secondo me era meglio

  3. Romina Geminati 5 ottobre, 2016 at 17:44 Rispondi

    Magari! La mancanza di rispetto (delle regole e nei confronti delle persone) è all’ordine del giorno … se il rispetto non viene dalla figura adulta, mi chiedo come lo si può pretendere dai bambini …

  4. Katia Straffi 5 ottobre, 2016 at 17:46 Rispondi

    Lavoro fino alla mezza mi devo cambiare e farmi 20 km di strada… potrebbe anche capitare che trovo un mezzo che va a 20 kmh e non posso sorpassare o semafori rossi…. beh se dovesse capitare penso che non muoia nessuno per 5 minuti. Anch’io al lavoro non riesco mai a uscire puntualissima.

  5. Patrizia Caciagli 5 ottobre, 2016 at 18:45 Rispondi

    Non sono d’accordo perché al lavoro succedono sempre imprevisti e poi un genitore non deve vivere di un ulteriore ansia ne deve correre per strada rischiando un incidente no ma ai nostri empi tutti sti problemi non c’erano

  6. Di Filippo Stefania 5 ottobre, 2016 at 18:57 Rispondi

    Ma vaaaa! Gli asili non sono scuole dell’obbligo!! Tutta questa precisione per cosa? Per strutture di m in cui manca pure la carta igienica?? O i tappetini anti trauma sotto le giostrine? Con bagni fatiscenti? Dove devi portare tutto tu da casa se no non hanno da colorare?? Sistemate i problemi prima di cercare di battere cassa!

    • Di Filippo Stefania 5 ottobre, 2016 at 21:12 Rispondi

      A genitori come me, che hanno esigenze particolari in termini lavorativi, deve essere concessa flessibilità, a fronte di tante e tante cose che io faccio per l’asilo e al posto dell’asilo, tipo sopperire economicamente a tutte le mancanze! Se i genitori portano in ritardo i bimbi avranno i loro problemi, ci sarà stanchezza di mezzo e via dicendo…

    • Sabrina Vacca 5 ottobre, 2016 at 21:26 Rispondi

      Si chiama rispetto delle regole ! Un genitore al lavoro ha degli orari e li rispetta e si arrabbia se gli chiedono di fare ore extra stessa cosa il personale scolastico!Chi ha necessità particolari si adegua , in alcune scuole vige il pre e post scuola privato proprio per questo!

    • Romina Geminati 5 ottobre, 2016 at 21:30 Rispondi

      Che “bel” ragionamento! Quindi la baby-sitter come premio? E le maestre che portano il materiale da casa (perché la scuola non li fornisce) quali vantaggi dovrebbero pretendere? Si chiama “rispetto” …quello che la Scuola cerca di insegnare ai bambini …

    • Romina Geminati 5 ottobre, 2016 at 21:33 Rispondi

      Io pago per il pre e per il post scolastico … ho un gran rispetto delle insegnanti di mio figlio … non mi sognerei mai di pretendere che facessero da baby-sitter … e se arrivassi in ritardo, mi vergognerei e chiederei scusa …

    • Di Filippo Stefania 5 ottobre, 2016 at 22:06 Rispondi

      Sinceramente mio figlio ha tre anni e 4 mesi, la scuola è iniziata a metà settembre e l’ho portato per la prima volta all’asilo quest’anno, 5 volte in tutto perché per il resto l’ho sempre tenuto con me da quando è nato. Mi ha dato fastidio che l’asilo abbia imposto come orario massimo le 9, dopo di che chiudono le porte. Semplicemente assurdo.

    • Di Filippo Stefania 5 ottobre, 2016 at 22:14 Rispondi

      Romina io ho parlato di una situazione e non di una persona. Lei si permette di dire sciocchezze che nulla hanno a che vedere col post, fantastica di me che ho bisogno di baby sitter. Scusi ma sta bene con il cervello? Mi conosce? Ha capito il punto? Ho i miei dubbi. Si limiti a commentare i fatti e non faccia supposizioni o voli pindarici su persone che non conosce.

    • Sabrina Vacca 5 ottobre, 2016 at 23:25 Rispondi

      Di Filippo Stefania non esiste io in una classe!una maestra di asilo ha in media 15/20 bimbi se tutti fanno come gli pare la didattica a che ora inizia? La scuola insegna le regole sia ai genitori non abituati che ai bambini! Rispetto per gli altri bambini zero! Non lo mandare all’asilo pubblico se pretendi orari flessibili ti serve una tata personale non una maestra

    • Sabrina Vacca 5 ottobre, 2016 at 23:59 Rispondi

      Di Filippo Stefania non è un problema della scuola , se uno ha necessità particolari deve mandare i figli in altre strutture le maestre devono organizzare il lavoro anche per la sicurezza e rispetto degli altri bambini. Servono per forza degli orari alle elementari dopo le 8.35 non entri proprio senza autorizzazione

  7. Valentina Ricci 5 ottobre, 2016 at 19:00 Rispondi

    Allora multiamo anche i datori d lavoro che nn hanno fatto uscire in tempo I genitori x andare a prendere i figli! Nn è che i genitori arrivano in ritardo xché sn alla spa! Alcuni si, ma la maggior parte no! Lavora ed esce d corsa x arrivare in tempo. Invece d aiutare i genitori l mette in difficoltà in tutti i modi. E poi s lamenta pure

    • Sara Spano 5 ottobre, 2016 at 21:38 Rispondi

      multiamo le code e i vari incidenti o se un posto di blocco si ferma o se 1ambulanza intralcia la strada facendo coda o se i vigili del fuoco sono impegnati a spegnere o aiutare qualcuno facendo traffico…o se un cliente ti arriva in negozio mentre chiudi?? sfido chiunque a dire che non succedono mai queste cose…ah multiamo allora le assemble delle insegnanti durante orario scolastico…

    • Valentina Ricci 5 ottobre, 2016 at 22:32 Rispondi

      Nn s possono multare dei genitori. Capisco quelli che arrivano sempre tardi ma se davvero capita qualcosa e m becco anche la multa m girano abbastanza. La maestra se aspetta 1 volta nn muore….io m fermo d continuo a finire il mio lavoro. Ogni tanto, x robe straordinarie, può fermarsi anche lei

    • Michela Rossi 6 ottobre, 2016 at 09:54 Rispondi

      Gli imprevisti possono capitare, ma ci sono genitori che sistematicamente arrivano tardi anche con 30/40 minuti di ritardo e poi senza nemmeno scusarsi… Anche noi insegnanti abbiamo una vita familiare e dei figli!!!

    • Michela Rossi 6 ottobre, 2016 at 09:54 Rispondi

      Gli imprevisti possono capitare, ma ci sono genitori che sistematicamente arrivano tardi anche con 30/40 minuti di ritardo e poi senza nemmeno scusarsi… Anche noi insegnanti abbiamo una vita familiare e dei figli!!!

    • Barbara Strazza 6 ottobre, 2016 at 12:22 Rispondi

      Scusa Valentina ma se sono arrivati a multare vuol dire che ci sono genitori che arrivano perennemente in ritardo per quanto riguarda la strada gli incidenti ecc bisogna usare un po’ di testa e pensare di uscire prima se si sa già che ci sarà traffico altrimenti ci si organizza va qualcun altro a prenderlo o si fa in doposcuola 😜

    • Roberta Sunday Giotta 6 ottobre, 2016 at 14:45 Rispondi

      Ma Valentina Ricci non capisco perché ti infastidisca così tanto l argomento???Sei una di quei genitori????Ma soprattutto tu cosa ne sai se la maestra aspetta 1/10/100 volte???di sicuro non si deve sentire obbligata a fermarsi per le scelte di altri….

    • Roberta Sunday Giotta 6 ottobre, 2016 at 14:45 Rispondi

      Ma Valentina Ricci non capisco perché ti infastidisca così tanto l argomento???Sei una di quei genitori????Ma soprattutto tu cosa ne sai se la maestra aspetta 1/10/100 volte???di sicuro non si deve sentire obbligata a fermarsi per le scelte di altri….

    • Valentina Ricci 6 ottobre, 2016 at 15:04 Rispondi

      Io no. Lavoro a 1 ora da casa e quindi dall’asilo. Io nn posso andare a prendere i bimbi xché esco anche dopo 1 eventuale doposcuola. Però m metto nei panni d chi corre come 1 dannato x arrivare in tempo e x un intoppo s deve anche pagare la multa. Evidentemente voi invece siete gli altri genitori che non fanno mai aspettare le maestre

    • Valentina Ricci 6 ottobre, 2016 at 15:04 Rispondi

      Io no. Lavoro a 1 ora da casa e quindi dall’asilo. Io nn posso andare a prendere i bimbi xché esco anche dopo 1 eventuale doposcuola. Però m metto nei panni d chi corre come 1 dannato x arrivare in tempo e x un intoppo s deve anche pagare la multa. Evidentemente voi invece siete gli altri genitori che non fanno mai aspettare le maestre

  8. Ester Pomelli 5 ottobre, 2016 at 20:23 Rispondi

    Alla ns. Scuola paritaria hanno messo la timbratura in entrata ed in uscita e chi è fuori orario paga di conseguenza la differenza.
    Questione di rispetto e pure d’assicurazione.

    • Mariluce Pizzolante 5 ottobre, 2016 at 23:44 Rispondi

      Questo dovresti dirlo a chi sostiene che nella paritaria ognuno si crea le regole da sé.Avviene il perfetto contrario,perché le strutture per funzionare bene hanno bisogno di regole che tutelino in primis i bambini.

  9. Sara Emme 5 ottobre, 2016 at 20:57 Rispondi

    Se non mi multano per quello mi multeranno per eccesso di velocità per sbrigarmi a andarlo a prendere o perché ho parcheggiato male. Uno che lavora non può fare i figli sennò lo multano

  10. Sabrina Vacca 5 ottobre, 2016 at 21:18 Rispondi

    È giusto! Tutti abbiamo i ns impegni e non è giusto nei confronti delle maestre approfittare della loro disponibilità e parlo da mamma, nelle scuole private esistono i badge chi sfora paga

  11. Francesca Diamante Deana 5 ottobre, 2016 at 21:29 Rispondi

    Il problema è che la maggior parte dei genitori non rispetta le educatrici perché loro paga per far andare il figlio la! E poi siamo noi giovani ad essere maleducati! Ho 23 anni un bimbo di due che va all’asilo nido privato e non ho mai fatto tardi! L’ho sempre informate se lo portavo più tardi se lo prendevo prima ecc sempre con largo anticipo perché anche se io la pago lei sta lavorando non sta giocando e sono io che mi rimetto a ciò che lei mi dice e non il contrario! Siate d’esempio per i vostri figli e muovete il culo! 👍🏻

  12. Suada Berisha 5 ottobre, 2016 at 21:59 Rispondi

    Ma state scherzando spero …come cachio fatte a dire una cosa del genere… Allora multiamo anche le maestre che arrivano in rita rdo ma che caffoni multiamo tutti …non calcolano il traffico .o l’uscita dal lavoro .ma che inioranti MN sanno più come prendere i soldi

  13. Daniela Ferrarina Santin 5 ottobre, 2016 at 22:10 Rispondi

    Si leggono dei commenti assurdi! Cavoli loro? Veramente mi verrebbe da dire cavoli vostri! Quando decidete la struttura dove mandare i figli vi vengono dati degli orari! Volete la flessibilità? Cercate un asilo che sia flessibile negli orari! Pagate di più e ve li tengono di più! Cosa sono le maestre per voi? Niente a giudicare da certi commenti! E parlo da mamma con due figli che vanno al nido! Lavoro è mai arrivata in ritardo! Ci si organizza in base ai propri turni di lavoro e gli orari dell’asilo! Poi ci si lamenta di come crescono i bambini! Se i genitori sono i primi a non rispettare le persone ciao!!

  14. Mariluce Pizzolante 5 ottobre, 2016 at 23:41 Rispondi

    Le persone che lavorano a scuola sono retribuite e coperte a livello assicurativo per un tot.di tempo.
    Se si arriva in ritardo nel prendere il bambino,a quel ritardo bisogna aggiungere che DOPO che andrà via l’ultimo alunno la maestra dovrà riordinare la sezione(perché pulizia ed igiene spettano ai bidelli,ma le insegnanti devono mettere a posto i materiali) e comunque sistemarsi per uscire,dovesse accadere qualcosa ,tipo un incidente all’interno dei locali scolastici,ma fuori dall’orario lavorativo,come si giustificherebbe di fronte alla legge.
    Oltre all’aspetto legale c’è anche un aspetto etico.
    Come genitori i primi educatori siamo noi,che esempio daremmo ai nostri figli?
    Che gli orari della scuola sono un optional?
    Che non si devono rispettare le regole scolastiche?
    Che non si tiene in considerazione il rispetto per il lavoro altrui?
    È vero che la scuola dell’infanzia non è una scuola dell’obbligo,ma scegliere di farla frequentare ai propri figli vuol dire accettare il patto di corresponsabilità dell’istituto,altrimenti i bambini ce li teniamo a casa.
    Le regole ,per quanto scomode siano,garantiscono ordine ed equità.

  15. Lucia Canfora 6 ottobre, 2016 at 01:23 Rispondi

    Ma non è che,quando capita, uno lo fa per divertimento !se succede è per un imprevisto o perché il datore di lavoro l ha trattenuto!è prima interesse dei genitori andarli a prendere a scuola! È vero che ci sono genitori strafottenti che perdono tempo ma la maggior parte di loro non è così! Allora multate pure gli impiegati delle poste o altro ufficio pubblico che ci mettono un eternità a fare una banale operazione al pc e battono sulla tastiera con un dito solo e ci mettono una vita a scrivere quattro parole e che quindi ti fanno fare tardi.oppure fate la multa ai datori di lavoro che fanno uscire in ritardo i propri dipendenti senza neanche pagare lo straordinario!

  16. Lucia Canfora 6 ottobre, 2016 at 01:29 Rispondi

    Ma non è che,quando capita, uno lo fa per divertimento !se succede è per un imprevisto o perché il datore di lavoro l ha trattenuto!è prima interesse dei genitori andarli a prendere a scuola! È vero che ci sono genitori strafottenti che perdono tempo ma la maggior parte di loro non è così! allora fate la multa pure ai datori di lavoro che fanno uscire in ritardo i propri dipendenti senza neanche pagare lo straordinario!

  17. Cinzia Cioci 6 ottobre, 2016 at 13:47 Rispondi

    Direi nel ragionevole…. se sono 10 minuti (oggigiorno col traffico!) direi che sarebbe inopportuno. Ma se arrivi con 30 minuti o più di ritardo allora andrebbe effettivamente multata.

  18. Jessica Sabatino Alderuccio 6 ottobre, 2016 at 18:09 Rispondi

    Io credo che ormai le maestre non vogliono fare più niente…. che stanno distruggendo il rispetto di tutto è la convinzione sempre più a non portare i bimbi a asilo… Non sono tutte così ovvio qualcuna buona ce. Ma come facciamo a saperlo per non incappare con il problema

  19. Jessica Sabatino Alderuccio 6 ottobre, 2016 at 18:11 Rispondi

    Di altri genitori che vedono i propri figli picchiati ecc… la multa be non la condivid. Perché se succede qualche imprevisto che si fa un oncorgo nella strada o altro… la verità e che non vogliono più fare niente vogliono solo lo stipendio… Non c e più l amore di insegnare… o stare con i piccoli… conta solo il denaro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.