Neonati del 29 febbraio: l’ospedale li celebra con adorabili costumi da rana

In un’iniziativa davvero adorabile, diversi ospedali americani hanno deciso di festeggiare in modo speciale la nascita dei loro “leapers“, i neonati del giorno bisestile.

In una serie di iniziative adorabili, alcuni ospedali statunitensi hanno celebrato in modo unico i neonati nati il 29 febbraio. Questi bambini che nel mondo anglosassone vengono definiti “leapers“, cioè “saltatori“, sono stati dolcemente vestiti con costumi fatti a mano a forma di rana, realizzati in morbida lana verde. Le immagini tenere dei neonati sono state condivise anche sui social, diventando ben presto virali.

Un compleanno raro festeggiato in modo speciale

Nei reparti maternità di alcuni ospedali americani, dalla Florida al Texas, il personale ha deciso di celebrare i neonati nati sabato 29 febbraio, detto anche “Leap Day”, vestendoli con teneri costumi da rana.

Questi piccoli, nati in una data così particolare, hanno un compleanno che tecnicamente si ripete solo ogni quattro anni, rendendoli parte di un gruppo esclusivo.

Il Woman’s Hospital of Texas ha condiviso su Facebook: “Questi speciali bebè nati nel giorno del salto sono parte di un gruppo che condivide il compleanno più raro e insieme rappresentano solo circa lo 0,07% della popolazione mondiale”. Questa iniziativa ha portato allegria e ha sottolineato l’unicità di questi piccoli nati in un giorno così singolare.

I costumi da rana e il “giorno del salto”

Il 29 febbraio, comunemente definito come “Giorno del Salto”, è una data particolare che compare solo negli anni bisestili, ogni quattro anni. Questo giorno aggiuntivo viene inserito nel calendario per allineare il ciclo annuale al ciclo astronomico, compensando il fatto che la Terra impiega leggermente più di 365 giorni per completare la sua orbita attorno al Sole.

La denominazione “Giorno del Salto” deriva dal “salto” che questa data effettua nel calendario, trascorrendo sopra un giorno intero in tre anni su quattro. Inoltre, nell’anno bisestile anche i giorni della settimana da calendario compiono un salto rispetto all’anno precedente, slittando di due invece che di uno solo.

La scelta di vestire i neonati come rane è intrisa di simbolismo. La rana, nota per la sua abilità di saltare, rappresenta perfettamente l’idea di un salto nel tempo e nello spazio, come quello che caratterizza il 29 febbraio. Inoltre, questo anfibio è spesso associato a concetti di trasformazione e rinnovamento, riflettendo la singolarità e la magia di nascere in una data così rara, con probabilità di una su 1.461.

Così, attraverso questi adorabili costumi, gli ospedali non solo hanno celebrato un momento unico nella vita di questi neonati, ma hanno anche sottolineato l’aspetto straordinario e festoso di nascere nel “Giorno del Salto”.

Il video della settimana

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *