'Non siamo vasetti di yougurt': il post di Clizia Incorvaia sulle gravidanze over 40

Clizia Incorvaia aspetta il suo secondo figlio dal fidanzato Paolo Ciavarro e annuncia sui social la lieta notizia, insieme ad una lunga didascalia contro gli stereotipi di genere, che vedono la donna vecchia già a quarant'anni.

La notizia sui social

Dopo aver avuto la prima figlia Nina dall'ex marito Francesco Sarcina, Clizia Incorvaia è rimasta incinta del fidanzato Paolo Ciavarro e i due hanno deciso di aspettare un po' prima di annunciarlo sui social, ma una volta fatto hanno optato per una foto molto stilosa che ritrae i due innamorati sul letto e in un look total white, probabilmente per descrivere la purezza del loro amore, che ora darà alla luce un membro in più della famiglia.

La foto è stata scattata con Paolo Ciavarro che, emozionatissimo, tiene tra le mani l'ecografia dello "gnometto" o della "gnometta", come ha voluto soprannominarlo/a la fidanzata Clizia Incorvaia.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Clizia Incorvaia (@cliziaincorvaia)

Non siamo vasetti di yogurt

E' con questa affermazione che l'Incorvaia vuole mettere a tacere i giudizi negativi della gente riguardo ad una gravidanza sopra i quarant'anni, andando contro i tabù di genere che, in una società maschilista, esistono ancora oggi.

Clizia Incorvaia vuole inviare il messaggio che tutte le donne non devono sentirsi oppresse e senza speranza a causa del loro orologio biologico, come se fossero dei vasetti di yogurt pronti a scadere, bensì vuole dare speranza e positività, ossia le uniche emozioni su cui concentrarsi se si cerca un figlio.

L'Incorvaia afferma che anche sua nonna Francesca ebbe la seconda figlia a ben quarantadue anni, quindi non ci deve essere assolutamente niente di strano in ciò.
Il problema, afferma, è che spesso sono le stesse donne a vedere il mondo e la realtà dal punto di vista degli uomini, precludendosi, perciò, molte possibilità.

C'è bisogno di cambiamenti in questa società maschilista e, soprattutto, devono essere le donne per prime a credere di più in se stesse e nelle loro potenzialità.

Please follow and like us: