Papà, 10 cose che in casa NON si fanno da sole

casa

Ci sono cose che nessuno fa in famiglia, ma che si materializzano da sé all'occorrenza con perfetto tempismo.

Le facciamo noi mamme, direte. Sì, avete ragione, ma pare che nessuno lo sappia.

Sembra che si materializzino d'improvviso, senza che nessuno abbia preso parte alla loro creazione... tipo Dio con Adamo, ecco.

1) I vestiti dei bambini

Si autogenerano. E' la cassettiera che li produce. Della taglia giusta e per la stagione in corso, ovvio.

2) L'iscrizione a scuola, piscina, calcio, danza e supercazzole

Si fa da sé. I corsi non si cercano affannosamente, no, compaiono.

I bandi per l'iscrizione al nido, materna, scuole di ogni ordine e grado non vanno monitorati, ma si manifestano, si autocompilano e si autospediscono a chi di dovere.

Nei termini ovviamente.

Il tutto si paga da sé, peraltro.

3) I regali ai compleanni degli amici

Si materializzano con biglietto, pacchetto personalizzato, fiocco e scontrino di cortesia per il cambio. 

All'ora giusta, il giorno giusto, al bambino giusto. Tipo che "Buon compleanno Pino!" viene consegnato proprio a... Pino. Stupore, eh!

4) Le visite pediatriche, i bilanci di salute, i controlli periodici

Non si prenotano stando ore al telefono, no, ti arriva una notifica direttamente dalla Asl. E no, non occorre portarci i bambini, sono i medici che vengono a casa, suonano al campanello e si presentano con un vassoio di paste fresche e un prosecco ghiacciato.

5) Medicinali, cerotti e disinfettanti 

Non li compra nessuno, li danno in dotazione con l'armadietto dei medicinali. E niente scade, perché grande Puffo, che abita nello scomparto di destra, li sostituisce al bisogno.

6) Le riunioni di scuola, catechismo, associazioni sportive

Non ci va nessuno, le informazioni compaiono sullo smartphone con notifica grazie ad una apposita app. Penserete mica che si debbano prendere permessi ed andare a perdere tempo e ad accumulare nevrosi all'ennesima domanda del tipo: non ho di questi problemi, ma se un bambino ha un'intolleranza, deve portare qualche certificato?

Sì, di sanità mentale della madre.

7) La cena

Non compare proiettata dal maxischermo sulla tavola alla comparsa di Cracco, no, va preparata.

Ma nessun problema, in genere lo fa Memole.

8) La colazione

Idem, solo che ci pensa la buon anima di Nonna Ada. 

Dall'aldilà, no?

9) Unghie, capelli e denti dei bambini

Le unghie non si autotagliano, i bambini non le mangiano fino a raggiungere la lunghezza desiderata dagli adulti, e no, non sono autopulenti.

I capelli, quelli che i padri non ricordano più, ai bambini crescono, e tanto. E no, non si tirano in dentro dal cuoio capelluto come la criniera dei Miny Pony.

I denti? non sono autopulenti come i wc dell'autogrill.

10) La doccia

Va fatta.

No, non funziona come il lavaggio auto automatizzato. E no, non si fa il bidet infilando 50 centesimi tra le chiappe.

Ora, papà, un dubbio vi sta attraversando i 7 neuroni svegli: chi fa tutte queste cose se non si fanno da sole e non esistono i Puffi, David Gnomo, Memole e, forse, neanche Babbo Natale?

Please follow and like us:

10 comments

  1. Babbonline.blogspot.it/ 25 settembre, 2015 at 16:07 Rispondi

    Grazie, mi hai aperto un mondo. Pensavo che come c’è la fatina dei dentini ci fosse anche quella che taglia le unghie, che lava i capelli di mia figlia… Non ci posso credere… fanno tutto le mamme?!?! Ma babbo natale esiste, vero? Non è mia moglie che compra i regali e li mette sotto l’albero?!??!!

  2. Simona 30 giugno, 2017 at 16:56 Rispondi

    Una volta (e solo quella, chissà perché? ) mio marito è tornato a casa e, trovando tutto in disordine, mi ha rivolto una delle poche domande mi manda veramente in bestia: “che disordine! Ma che hai fatto in tutto il giorno? Sei rimasta tutto il giorno dietro al telefono?”. In quel momento non ho risposto, perché tanto sapevo che di lì a poco sarebbe sicuramente successo… beh, quello che è successo! E infatti ad un certo punto mi dice: “Amore, dov’è la mia camicia viola?” Ed io: “Guarda, ho trovato una app sul cellulare fighissima! Si chiama Bacchetta Magica. In pratica tu schiacci un pulsante e prende la tua camicia, la mette il lavatrice, la lava, la stende, quand’è asciutta la stira e poi la ripone anche dentro il tuo armadio. Aspetta un attimo che premo il pulsante e… taaac! Prova a guardare nel tuo armadio!” Chissà perché non ha più toccato l’argomento 😂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.