Piccole bugie per far mangiare i più piccoli: un vizio comune a molti genitori

Ogni giorno, una piccola battaglia ci rende protagoniste nell'ardua impresa di far mangiare ai nostri bambini gli alimenti più salutari e, come ben sappiamo, frutta e verdura sono fra i più ostici al palato dei piccoli.

Dalla presentazione del piatto in maniera accattivante al coinvolgimento dei bambini nella preparazione, i trucchetti per cercare di fargli andare a genio gli ortaggi sono un'infinità.

Fra questi, ogni tanto, mamme e papà aggiungono qualche piccola bugia, a fin di bene, s'intende.

Chi di noi, per esempio, non ha mai chiamato in causa Popeye pur di far mangiare quel piatto di spinaci, decantando le mitiche proprietà rafforzanti degli stessi? Una piccola bugia che trova parziale riscontro nella scienza (gli spinaci – è stato dimostrato – apportano un certo vigore fisico), molto amata dai genitori.

In genere, noi genitori tendiamo a mutuare le frottole che – ai nostri tempi – i nostri genitori ci hanno raccontato: un'altro classicone è la celebrazione delle proprietà benefiche per la vista che le carote avrebbero. Sicuramente, le carote hanno molte proprietà, ma pare che fra queste non ci siano quelle per gli occhi.

In molti, poi, convincono i propri figli a mangiare la verdura sostenendo che faccia diventare dei supereroi o che la crosta del pane non vada scartata perchè fa crescere i riccioli.

Un piccolo vizio, insomma, che unisce i genitori di ogni epoca e latitudine, ma che – facciamo bene attenzione – potrebbe avere delle pesanti conseguenze: infatti, i bambini potrebbero scoprire l'infondatezza di queste affermazioni e perdere fiducia nei nostri insegnamenti, nonchè provare a emulare il nostro cattivo esempio.

Insomma, con le bugie  è meglio non esagerare!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.