Pop it: gioco tormentone ma anche pedagogico

È arrivato Pop it il nuovo gioco sensoriale che è destinato ad accompagnare i bambini in vacanza. Si tratta di tavolette realizzate in silicone con palline dai colori vivaci che possono essere schiacciate a ripetizione. Il suono "pop" piace ad adulti e bambini e presto il gioco è diventato un tormentone soprattutto per i più piccoli.

Le palline da schiacciare all’infinito divertono i più piccoli

Chi non ha schiacciato almeno una volta le palline di un pluriball? Intere generazioni di bambini si sono divertiti a premere il materiale da imballaggio per essere deliziati dal suono. Unica nota stonata è che le sfere schiacciate non ritornano alla loro forma originaria. Il Pop it invece può essere stropicciato all’infinito, le bolle infatti si ricompongono e si possono fare molti giochi.

I bambini si divertono a premere le sfere a turno e chi frantuma l’ultima pallina ha perso. Altri lo usano come antistess, o fanno a gara a chi schiaccia più bolle in un tempo stabilito, le possibilità di divertimento sono tante. Le forme del Pop it sono accattivanti, ci sono draghi, cuori, animali e stelle in silicone si possono acquistare dal giornalaio, presso i negozi di giocattoli o sui più noti siti internet ad un prezzo veramente basso. Per 5 o 10 euro a seconda della grandezza, si può avere un Pop it colorato della forma preferita. Il gioco è indicato dai 3 anni in poi, anche se le fascia d’età che è rimasta rapita dal gioco in silicone è principalmente quella tra gli 8 e i 13 anni.

Un gioco divertente con valenza pedagogica

Pop it è molto indicato per allenare la motricità fine delle mani, ma è utile anche per i bambini un po’ agitati. L’ansia e il nervosismo infatti possono essere combattuti anche aiutando i più piccoli a concentrare le proprie energie su qualcosa di specifico, come far "scoppiare" le bolle.

I bambini affetti da discalculia, disturbo di apprendimento delle attività numeriche e aritmetiche che rende difficile il passare dal concetto astratto di numero alla visualizzazione della quantità, possono giocare con il Pop it e esercitarsi.

I logopedisti infatti adottano spesso tecniche innovative per aiutare i ragazzini a rendere concreto il numero. Un esempio di gioco/esercizio può essere quello di sfidare un avversario a schiacciare da un minimo di 1 ad un massimo di 3 palline e perde chi rompe l’ultima bolla. Toccare e frantumare un determinato numero di sfere permette perciò di avere una chiara visione delle quantità.

Anche i problemi linguistici possono essere aiutati con l’utilizzo di Pop it.
I ragazzini infatti possono frantumare una pallina ogni volta che vedono una sillaba e imparare con una tecnica più leggera e divertente ad affrontare le proprie difficoltà di lettura.

Please follow and like us: