QUANDO TORNI DAL WEEKEND

c'era-una-vodka

Quello lungo, con le amiche, durante il quale hai lasciato a casa non solo figli e compagni, ma pure pensieri, preoccupazioni e mal di stomaco. Quello che programmi nei minimi dettagli da settimane, mesi quasi, cercando di farci stare dentro lavoro, shopping, divertimento, abbracci a persone che non vedi da tempo, passeggiate rilassanti, cocktail alcolici e pure un po' di silenzio. Quello che la sveglia la punti più tardi del solito ma tanto ti sveglierai comunque prima che suoni. Quella che ti compri qualcosa di carino da mettere in valigia pensando che il resto lo comprerai con calma, girando tra i negozi, come non fai da tanto, troppo tempo.

Quello che, la sera prima di partire, un po' di magone ti viene e cerci di non pensarci lasciando post -it attaccati in ogni zona sensibile della casa, sopra ai fornelli, sul frigorifero, sul lavandino del bagno, nell'armadio e nella cesta dei giochi. Ché ti chiedi come se la caveranno quei due senza di te, pensi che la casa esploderà e che li troverai sommersi da spazzatura. Quello che, invece, quando torni la casa è più pulita del solito e loro due sono pettinati e sorridenti.

Quello che ritrovi la leggerezza e la spensieratezza come se non ti avessero mai lasciato, che inizi a ridere per ogni sciocchezza che la tua amica ti dice e continui, continui finché non ti fa male la pancia. Quello che cammini sui tacchi fino a notte fonda, che per tornare a casa si sente solo il rumore dei tuoi passi e di quelli delle tue amiche e quando arrivi ti sdrai con tutto quello che hai addosso, senza preoccuparti di dover togliere il pannolino a nessuno.

Quello che fai colazione con molta calma, ti trucchi e ti puoi permettere due docce al giorno. Quello che hai tempo non solo per fare, ma anche per pensare, per riempire testa e cuore di buoni propositi e gli occhi di cose belle. Quello che è come pensavi di desiderare la tua vita andasse. Quello che ti fa capire che quello che desideravi, in realtà, è quello che hai tutti i giorni accanto a te.

Quello che è giusto che rimanga un weekend ogni tanto, magari più spesso di come hai fatto nell'ultimo anno, per farti godere gli abbracci e i sorrisi al momento del ritorno. Per farti sentire la mancanza di casa e la voglia di tornare da quelle manine ciccione che ti stropicciano al grido di: "Mammmmmaaaaaa".

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.