Social e bambini: controllati dai genitori fino ai 15 anni

Dopo il polverone che ha coinvolto il famoso social network Facebook, il suo creatore Mark Zuckemberg ha deciso di adeguarsi alle normative sulla privacy stabilite dal Regolamento Europeo per alcuni Paesi dell’Unione Europea.

La nuova regola prevede che tutti gli utenti di Facebook tra i 13 e i 15 anni possono utilizzare il social network solo in presenza di un genitore o, in alternativa, di un tutore.

I limiti di utilizzo non sono una novità per Facebook, che da anni permette l’iscrizione e l’accesso solo a utenti che hanno compiuto almeno i tredici anni di età. Con questa nuova regolamentazione anche coloro che hanno raggiunto l’età minima devono comunque essere controllati da individui adulti, per una maggiore sicurezza dei giovani.

Dopo aver coinvolto solo alcuni degli stati dell’Unione, il decreto si estenderà anche al resto del mondo. Vediamo queste limitazione nello specifico.

In cosa consistono i limiti di utilizzo di Facebook

I limiti di utilizzo di Facebook non riguardano tutte le azioni previste dal social network, ma soprattutto quelle che riguardano l’inserimento di eventuali opinioni politiche o religiose nel profilo personale.

Per questo motivo la versione di Facebook che le persone di questa età potranno vedere sarà limitata sia nella personalizzazione che nelle opzioni di condivisione e pubblicazione. Le limitazioni potranno essere evitate solo con il permesso di genitori o tutori.

Questo tipo di iniziativa è molto importante per tutto ciò che riguarda le leggi sulla privacy e la tutela dei minori e si spera ovviamente che i giovanissimi non trovino le ennesime scappatoie tecnologiche per evitare i limiti di utilizzo.

Altre limitazioni e cambiamenti del social network

Il team di Facebook, compreso il suo fondatore, ha specificato l’enorme impegno nel tenere tutto sotto controllo e nel fare in modo che questo provvedimento non sia aggirato.

Altri cambiamenti riguardano la facilità con cui è possibile togliere le informazioni personali o modificarle, nonché la possibilità di utilizzare il riconoscimento facciale (facoltativo) per l’accesso.

3 comments

  1. Caterina Minacci 20 aprile, 2018 at 10:57 Rispondi

    ma se ci sono quei furbetti che mettono un’età maggiore proprio per evitare problemi? io obbligherei la gente a presentare documento di identità al momento dell’iscrizione su facebook, e vietarlo proprio ai minorenni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.