Una speranza di camminare per i neonati con paralisi cerebrale

paralisi-cerebrale

Ci sono bambini che nascono afflitti da problemi terribili, come la paralisi cerebrale.

Fino ad ora si era sempre pensato che le speranze di questi pazienti di avere una deambulazione normale fossero davvero poche, e invece il futuro sembra riservare qualche sorpresa positiva.

Gli scienziati della VU University dei Paesi Bassi, infatti stanno studiando la possibilità di applicare una loro importante scoperta ai bambini nati con paralisi e agli adulti che hanno subito una lesione al midollo spinale.

Si tratta della certezza che il camminare è un istinto innato che tanto l'essere umano quanto l'animale ha in sé. In pratica i neonati, a quanto dice la dottoressa Nadia Dominici della VU University:“Hanno due istinti innati: il primo dirige la gamba a piegare a ad estenderla, l'altro comanda la seconda gamba”.

Grazie a questi movimenti gli scienziati pensano di poter individuare la rete neurale che invia questi messaggi al sistema nervoso, e poi agire su di essa.

Una ricerca fondamentale, che potrebbe ridare speranza non solo a tanti bimbi, ma anche ai giovani e agli adulti che a causa di malattie ho incidenti hanno perso l'uso delle gambe.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.