Sri Lanka: assorbenti gratis alle studentesse

sri-lanka-assorbenti-gratis-alle-studentesse

Queste sono le belle notizie: finalmente, dopo una serie di pressioni dalle associazioni per i diritti civili e dalle Onlus umanitarie, il governo dello Sri Lanka viene in aiuto alle ragazze in età scolastica fornendo gratis oltre 80.000 campioni di assorbenti igienici.
Il ciclo è ancora un tabù per la parte femminile dei paesi asiatici come questo e molte ragazze non hanno le possibilità economiche per acquistare tamponi e assorbenti: sono quindi costrette a rimanere a casa da scuola e non svolgere una normale vita di tutti i giorni.

Gli assorbenti igienici sono ancora un bene di lusso

Nello Sri Lanka i dispositivi igienici come assorbenti e tamponi femminili sono considerati un bene di lusso e solo il 30% della popolazione femminile può accedervi.
Oltre 4 milioni di ragazze in età fertile si trovano in difficoltà e in ristrettezze economiche, costrette ad usare indumenti vecchi per proteggersi dal ciclo mestruale, dato che gli assorbenti costano caro e sono soggetti a tasse altissime.
Entro l'anno il governo dello Sri Lanka fornirà più di 80.000 assorbenti igienici gratuitamente per aiutare le ragazze che vivono nei villaggi più poveri del Paese.

Il ciclo rimane un tabù

Tarangee Mutucumarana è un'assistente sociale che lavora a diretto contatto con le ragazze in età scolastica e ha documentato una situazione di grave povertà sociale, economica ma anche culturale. In Sri Lanka e in altri paesi asiatici il ciclo mestruale è ancora un tabù e il sangue delle donne viene considerato impuro: questo produce la segregazione delle ragazze che non vanno a scuola per paura di macchiarsi e di provare dolore fisico e psicologico. Oltre alla previdenza sociale, il ministero dell'educazione e della salute deve sensibilizzare ad un nuovo concetto di ciclo, una fase del tutto naturale della donna che non deve limitare la sua educazione e la sua formazione: l'obiettivo del progetto è di eliminare un retaggio culturale che non riguarda solo le giovani studentesse ma l'intera società, a partire dai ragazzi in tenera età.

Please follow and like us: