Stress: non mi avrai!

Se c'è una situazione che accomuna tutta la popolazione, giovani e meno giovani, ricchi e meno ricchi, dal nord al sud della Penisola è sicuramente lo stress.

E per le mamme, come ben sappiamo, è raddoppiato, triplicato o quadruplicato, a seconda del numero di figli a cui badare.

Lo stress, che piaccia o meno, non possiamo eliminarlo dalla nostra routine; di certo, tuttavia, quello che possiamo fare è adottare delle misure che possano aiutarci a trarne il lato positivo dello stesso, anzichè farci soggiogare dallo stesso e rimanerne in balia.

Per questo, è indispensabile riuscire a ritagliarci degli scampoli di tempo in cui combattere lo stress: non occorrono mezzore o ore intere, ma bastano un paio di minuti. Un pugno di tempo da trascorrere in un ambiente confortevole, sereno e soprattutto silenzioso dove sedersi o sdraiarsi comodamente e mantenere la schiena dritta e chiudere gli occhi. Quello che bisognerà fare è semplicemente ascoltare: ascoltare il canto degli uccelli sull'albero fuori dalla camera, il fruscio del vento o il ticchettare delle gocce di pioggia sul tetto.

Nel mentre respiriamo profondamente, senza fretta: inizialmente i primi respiri saranno brevi e veloci, con il passare dei secondi rallenteranno e diventeranno più prodondi. Focalizziamo la nostra attenzione sul nostro corpo e sullo stato di pace che viviamo, senza lasciarci coinvolgere da pensieri stressanti e opprimenti come lavoro e doveri.

Finita la sessione, ci sentiremo meglio: all'inizio sarà difficile essere completamente rilassati, ma dopo alcuni giorni non potremo che constatare il miglioramento della nostra condizione interiore e sentire indispensabile questa buona pratica quotidiana che diverrà un appuntamento a cui non potremo più fare a meno per staccare la spina dalla nostra vita frenetica in ogni momento in cui ne avremo bisogno.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.