Un medico in ogni scuola d'Italia: già dal prossimo anno potrebbe partire la sperimentazione in Friuli

un-medico-in-ogni-scuola-d'italia-gia-dal-prossimo-anno-potrebbe-partire-la-sperimentazione-in-friuli

Un medico in ogni scuola : secondo il Presidente dell'Ordine dei Medici di Udine, Maurizio Rocco, la proposta del Ministro della Salute porterebbe notevoli vantaggi. In Friuli, come Regione a statuto speciale, la sperimentazione potrebbe partire secondo Rocco già dal prossimo anno scolastico.

Un medico in ogni scuola

La presenza fissa di un medico scolastico in ogni istituto, da programmare a rotazione fra giovani medici e personale più esperto, porterebbe secondo Rocco, notevoli benefici. Questa figura permetterebbe infatti di riconoscere moltissime malattie fra i più giovani, rendendo più facile la diagnosi precoce di patologie anche gravi.

In questo modo i problemi sarebbero affrontati in modo più tempestivo, rendendo più efficaci le cure e riducendo al minimo i sintomi. La presenza di un medico a scuola permetterebbe anche di ridurre i casi di malattie sessualmente trasmissibili, curando l'educazione sessuale, di monitorare lo stato delle vaccinazioni obbligatorie e rilevare e monitorare gli eventuali casi di dipendenza, ad esempio da droghe, tabacco o alcol, a cui i giovani sono esposti. Insomma la presenza di un medico gioverebbe alle scuole di qualsiasi grado, dall'infanzia fino alle superiori.

I costi della sperimentazione

Secondo quanto dichiarato da Maurizio Rocco i costi derivanti dalla presenza dei medici nelle scuole sarebbero facilmente riassorbibili, e in ogni caso risulterebbero giustificati. La diagnosi precoce e la riduzione di diverse patologie permetterebbero un notevole risparmio sul versante delle cure, che verrebbe così investito nella prevenzione.

Il medico scolastico potrebbe aiutare anche a identificare le varie forme di bullismo nella scuola, sempre secondo il Presidente dell'Ordine dei Medici di Udine. La presenza di un medico in ogni scuola del Friuli potrebbe divenire realtà molto presto, aprendo la strada ad una prassi che potrebbe rapidamente prendere piede in tutta l'Italia, garantendo a bambini e ragazzi un monitoraggio sanitario costante.

Please follow and like us:
error