Le cose che ho appreso dalla morte di mio figlio

Richard Pringle morte di mio figlio

La perdita di un figlio è quanto di più mostruoso e disumano debba affrontare un genitore. È un evento innaturale che ti costringe a vivere il resto della tua vita senza poterti prendere cura della persona che ami più di te stesso.

Così, Richard Pringle, dopo la perdita di Hughie, il suo bambino di soli 3 anni, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un messaggio che è diventato virale in breve tempo. Le 21.000 reazioni e le quasi 13 mila condivisioni però sono tutte pienamente meritate, perché il messaggio merita di essere diffuso.

Le 10 cose più importanti che ho capito dopo la morte di mio figlio

  1. Non bacerai né amerai mai abbastanza.
  2. C’è sempre tempo. Smetti di fare quello che stai facendo e gioca, anche se solo per qualche minuto. Niente è così importante da non poter attendere.
  3. Fai più foto che puoi e registra tutti i video che è umanamente possibile fare. Un giorno potrebbero essere tutto quello che hai.
  4. Non spendere denaro, ma tempo. Pensi che ciò che spendi sia importante? No lo è. È importante ciò che fai. Salta nelle pozzanghere, o vai a fare una passeggiata. Nuota nel mare, fai il campeggio e divertiti. È tutto quello che vogliono. Non ricordo cosa abbiamo comprato ad Hughie, ma ricordo cosa abbiamo fatto
  5. Canta. Cantate una canzone insieme. I miei ricordi più felici sono quelli di Hughie a cavallo sulle mie spalle o seduto vicino a me in macchina mentre cantiamo le nostre canzoni preferite. I ricordi si creano nella musica.
  6. Apprezza le piccole cose. Le notti insonni, l’ora della nanna, leggere le storie. Le cene insieme. Le domeniche pigre. Apprezza i momenti più semplici. Sono quelli che mi mancano di più. Non lasciare che questi momenti speciali ti sfuggano senza che tu te ne accorga.
  7. Bacia sempre coloro che ami come se li stessi salutando. Se ti dimentichi torna indietro e baciali. Non puoi sapere che non sia l’ultima volta che hai questa possibilità.
  8. Rendi le cose noiose divertenti. La spesa, i viaggi in macchina, andare per negozi. Sii spiritoso, racconta barzellette, ridi e sorridi e divertiti tu stesso. Sono solo faccende se le consideri tali. La vita è troppo corta per non divertirti.
  9. Fai un diario. Scrivi ogni cosa che i tuoi piccoli fanno e che illuminano il tuo mondo. Le cose divertenti che dicono, le cose tenere che fanno. Noi abbiamo iniziato solo dopo aver perso Hughie. Vorremmo ricordare tutto. Adesso lo facciamo per Hettie e lo faremo anche per Hennie. Avrai questi ricordi scritti per sempre e quando sarai anziano potrai guardarti indietro e apprezzare ogni momento.
  10. Se hai i tuoi bambini con te. Per dargli il bacio della buonanotte. Per fare colazione con loro. Per camminare fino a scuola. Per portarli all’università. Per guardarli sposarsi. Sei fortunato. Non dimenticarlo mai.

12 comments

Lascia un commento