Auguri Papà!

auguri-papà

Auguri papà, che stai vivendo l’attimo magico e indimenticabile di guardare negli occhi il tuo bambino per la prima volta, e scopri che l’amore non è un sentimento, non è un sogno, non è la frase di un libro: è un fagottino con la fronte aggrottata che ha la stessa bocca della donna che ami.

Auguri a te, papà, che hai scoperto che per cambiare un pannolino ci vuole più stomaco e coraggio che guardare l’ultimo rigore della tua squadra nella finale di Champions. Ma lo fai lo stesso.

Auguri a te papà, che anche stamattina prima di uscire, hai coperto bimbi addormentati e sistemato cuscini. E hai dato su quelle guance morbide un bacio, ma leggero leggero, per non svegliarli.

Auguri a te papà, che quando vedi tua moglie non puoi non pensare che sia perfetta, sempre. E non puoi non abbracciarla: e senza dire nemmeno una parola insegni ai tuoi figli la bellezza dell’amore.

Auguri a te papà, che sei appena tornato stanco morto, eppure stai nascosto dietro un a porta a giocare a nascondino, inciampando nei figli ma facendo sempre finta di non vederli.

Auguri a te papà, che stai in piedi nel corridoio di un ospedale, con la testa appoggiata al muro della stanza dove tuoi figlio lotta come un leone. E vorresti urlare, e invece rientri con un sorriso, e ti siedi accanto a lui per raccontargli una storia.

Auguri papà, che non hai mai letto un libro in vita tua, ma che adesso passi ore intere a raccontare storie e favole, perché i tuoi piccoli abbiano un bel bagaglio di parole con cui affrontare la vita.

Auguri a te papà, anche se adesso non ci sei, e i tuoi figli li guardi da lontano, da un oltre sconosciuto che t’impedisce di abbracciarli ma non di vegliare su di loro.

Auguri papà, che metti cerotti, che canti canzoni, che riempi lavastoviglie, che pettini trecce e annodi sciarpe. E grazie per ogni carezza, per ogni abbraccio, per ogni parola che renderanno i tuoi figli uomini e donne migliori.

Auguri!

1 comment

Lascia un commento