Festa del papà, origini, lavoretti e idee regalo

La Festa del Papà è la ricorrenza che celebra i padri e il loro importante ruolo nella società e nella famiglia. Si festeggia il 19 marzo di ogni anno in Italia.

Nel mondo, invece, la data può cambiare. In questa occasione vengono preparati dei dolci tipici della tradizione, pronunciate frasi toccanti per esprimere l’affetto nei confronti dei papà e si fanno loro dei piccoli regali.

Rappresenta, inoltre, una piacevole occasione per stare insieme e passare del tempo per consolidare il rapporto padre figlio. Vediamo in questo articolo la storia legata a questa ricorrenza e tanti suggerimenti per renderla un ricordo bellissimo anche quest’anno.

Festa del Papà, le origini

La Festa del Papà in Italia cade il 19 marzo di ogni anno perché in base alla credenza popolare rappresenta il giorno in cui morì il padre putativo di Gesù, San Giuseppe. La persona di San Giuseppe è stata oggetto di culto sin dall’alto medioevo ma solo nel Trecento si cominciò a praticare e osservare la festa in suo onore il 19 marzo.

A introdurre la festività nel calendario romano fu Papa Sisto IV, precisamente nel 1479. Inizialmente la figura di San Giuseppe aveva unicamente relazione con l‘identità paterna buona vigile. In seguito, la chiesa cattolica proclamò San Giuseppe ufficialmente protettore dei Padri di famiglia, nonché patrono della chiesa universale.

Ecco perché, da allora in poi, in quasi tutti i paesi di Fede cattolica la Festa del Papà avviene il 19 marzo. Fino al 1977 questa data era considerata in Italia un giorno festivo ma in seguito ad una legge la festività fu abolita e da allora divenne semplicemente un giorno feriale. È importante specificare che questa festa viene celebrata in quasi tutto il mondo, ma ogni paese ha la sua storia e le sue tradizioni legate a questa festa. Pertanto, non esiste una data unica condivisa a livello mondiale.

Leggi anche: Le origini della Festa del papà, come è nata?

Lavoretti per la Festa del Papà

Uno dei modi migliori per festeggiare il proprio papà e quello di stare insieme a lui per realizzare un piccolo lavoretto artigianale.

Alcune famiglie hanno realizzato insieme una coppa con una dedica al papà migliore del mondo. Non è importante cosa realizzare ma dedicarsi del tempo a vicenda.

Al di là dell’oggetto da realizzare, basteranno pochi materiali ma soprattutto tanta creatività. Ad esempio, i papà possono aiutare i bambini a creare una cravatta colorata, una cornice con le impronte delle mani di ogni componente della famiglia, o ancora uno svuotatasche personalizzato fatto con il das o la pasta di sale.

Leggi anche: 5 regali creativi per la Festa del Papà

L’impronta delle manine saranno perfette anche per realizzare simpatici biglietti per la Festa del Papà. Basterà qualche cartoncino colorato, da piegare in due e un pizzico di fantasia: i bigliettini-manina, complici un paio di occhietti adesivi, potranno facilmente trasformarsi in tartarughe ninja o impavidi supereroi.

Leggi anche: Festa del Papà: guida ai biglietti e ai regali fai da te

Idee regalo per la Festa del Papà

Un regalo per il papà deve essere possibilmente piccolo e originale. Ad esempio, alcuni optano per la scelta di un portachiavi con caratteristiche incisioni o piccoli pensieri personalizzati da dedicare al proprio papà.

Altri scelgono dei tazze o bicchieri personalizzati con una frase di uno scrittore famoso che celebra la figura paterna. Oppure un set porta penne potrebbe essere un regalo pratico e ideale per un padre che lavora.

Un’altra idea originale è quella di pensare una maglietta da super papà. In commercio esistono tante simpaticissime magliette coordinate padre-figlio, ma potrebbe essere divertente farla realizzare direttamente dai bambini. Ci si procura una maglietta, colori e pennarelli per realizzare in poco tempo questo bellissimo regalo. Tutte le volte che verrà indossata, l’aria di festa riempirà nuovamente la casa.

Se il bimbo è ancora piccolo, una bellissima idea potrebbe essere quella di usare le impronte delle sue manine, precedentemente ritagliate su un cartoncino, come stencil per creare una t-shirt di sicuro effetto.

A volte però il regalo che fa davvero piacere ai papà è quello di poter trascorrere del tempo di qualità insieme ai propri figli.

Ecco allora che un pomeriggio al cinema, una gita fuori porta, ma anche un giro in bicicletta o un’avventura nei boschi possono essere davvero un pensiero gradito, capace di costruire quei ricordi indelebili che sono il vero patrimonio di una famiglia.

Leggi anche: Festa del Papà, come trascorrere una giornata speciale

Libri per la Festa del Papà

Per la Festa del Papà si possono leggere insieme alcuni libri in cui il protagonista è una persona speciale che si assume il ruolo di protettore o difensore dei più piccoli.

Ecco allora qualche titolo:

Alcuni di questi libri raccontano di eroi che sconfiggono alieni, astronauti che viaggiano nello spazio, oppure animali che proteggono i propri cuccioli. Queste letture avvincenti rafforzano il rapporto con l’aiuto della scrittura creativa.

Leggi anche: Libri da regalare e leggere per le Festa del Papà

Frasi belle e commoventi da dedicare il 19 marzo ai papà

Dedicare un messaggio di auguri per il proprio papà può essere un bel gesto per dimostrare affetto e stima. La scelta migliore è quella di avvalersi di pensieri semplici e brevi oppure usare citazioni e aforismi sulla paternità scritte da autori famosi. Questi messaggi possono essere trasmessi a voce, scritti su un bigliettino di carta oppure tramite i noti social network.

Ecco qualche spunto:

Un cuore di padre è il capolavoro della natura. (Antoine François Prévost)

Ho imparato che quando un neonato stringe per la prima volta il dito del padre nel suo piccolo pugno, l’ha catturato per sempre. (Gabriel Garcia Marquez)

Essere un buon padre è come farsi la barba. Non importa quanto sei stato bravo a raderti oggi, devi farlo di nuovo domani. (Reed Markham)

Essere un buon padre non significa solo tenere la mano di proprio figlio per il primo, lungo tratto di strada. Significa soprattutto essere in grado di lasciare andare quella mano, restando pronto ad allungare la propria in qualsiasi momento

I padri non devono né vedere né sentire. Questa è l’unica vera base della vita di famiglia. (Oscar Wilde)

Ogni uomo può essere un padre, ma ci vuole qualcosa di speciale per essere un papà. (Anne Geddes)

Leggi anche: Festa del Papà, 5 canzoni che raccontano l’amore tra padri e figli

Festa del papà, i dolci della tradizione

In Italia esistono dolci legati tradizionalmente a questa ricorrenza annuale.

Tra i dolci che si preparano per la Festa del Papà, ci sono le famose zeppole di San Giuseppe. Si tratta di frittelle ripiene di crema e marmellata alle amarene. Vengono preparati il 19 marzo perché, in base alla storia della sua vita, San Giuseppe fu costretto a vendere dolci per mantenere la famiglia dopo la fuga in Egitto in seguito alle persecuzioni del re Erode. Spostandoci a Roma troviamo invece i bignè di San Giuseppe.

Leggi anche: Zeppole di San Giuseppe: la ricetta

Nel centro Italia, nello specifico Toscana e Umbria, si preparano generalmente le frittelle di riso cotte nel latte e aromatizzate con spezie liquore. Il dolce tipico dell’Emilia-Romagna è La raviola, un dolce di pasta frolla ripieno di marmellata o crema. In Sicilia si realizzano tanti dolci, tra cui zeppole di riso e la famosa sfince di San Giuseppe.

Il video della settimana

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *