Collanine d'ambra, l'effetto dell'acido succinico

acido succinico collanine d'ambra

Quando si parla di collanine d'ambra i più si dimostrano scettici, come se si trattasse di un oggetto di alta stregoneria. In realtà il loro funzionamento è molto semplice e non è certo una scoperta recente.

Il potere dell'acido succinico all'interno dell'ambra

Nei paesi baltici è un oggetto di uso comune, a cui si ricorre spessissimo non solo per i disturbi conseguenti alla dentizione del bambino, ma anche per dolori articolari e problemi intestinali. Solitamente viene regalata quando nasce un bambino.

Come detto, non c'è nulla di empirico o magico, semplicemente l'ambra contiene un acido chiamato succinico.

Questa è una sostanza totalmente naturale che viene rilasciata dall'ambra quando viene messa a contatto col calore del corpo umano. L'acido succinico ha un effetto analgesico e antinfiammatorio e, secondo i sostenitori, riuscirebbe anche a contrastare l'effetto dei campi elettromagnetici. Quando il bambino mostra disagio o fastidio in concomitanza con l'eruzione dentale, sembra che i campi elettromagnetici siano imputati del peggioramento della situazione a causa del liquido che si produce all'interno delle gengive infiammate.

Si può credere o meno agli effetti calmanti della collanina d'ambra, quello che è certo è che non ha contro indicazioni e non è dannosa.

Di estetica gradevole, viene prodotta sotto stretti parametri di sicurezza proprio per consentire ai bambini di indossarla. Le pietre d'ambra, nelle collane di qualità, sono levigate e legate una a una con dei nodini di sicurezza, così, nel caso dovesse rompersi, le pietre resterebbero comunque ancorate al filo. La chiusura è realizzata con meccanismi di sicurezza.

Non vi è pericolo che il bambino si strangoli perché la collana va acquistata della misura giusta per il collo del piccolo. Sarebbe comunque meglio evitare di lasciarla durante la notte.

L'effetto dell'ambra si può apprezzare dopo qualche tempo e non accade nulla se la collana viene tolta nelle ore notturne. Bisogna invece controllare che si tratti effettivamente di ambra che, se è tale, una volta strofinata con uno straccio, emanerà un odore caratteristico.

Per "attivare" le proprietà dell'ambra invece, gli esperti, consigliano di lavarla ed esporla alla luce solare o lunare affinché si "carichi" di energia. Anche questo è opinabile, ma per convincersi basti pensare a come viene attualmente utilizzata l'energia solare e a come nostri nonni badavano alle fasi lunari e all'influenza che queste esercitavano sui raccolti.

Può quindi essere un'ottima idea regalo, che sicuramente accontenterà anche i più scettici, visto che si tratta comunque di un gradevole ornamento.

5 comments

  1. Giada 28 ottobre, 2013 at 12:24 Rispondi

    io ho visto degli effetti positivi quando mio figlio metteva i dentini. per quanto può valere, la mia è una testimonianza a favore!

  2. chiara 28 ottobre, 2013 at 12:30 Rispondi

    Anche per noi è la stessa cosa…quasi non ci siamo accorti che la piccola Silvia stava mettendo i dentini! Che ci crediate o meno, l’effetto dell’ambra si vede. Provare per credere.

  3. Eva 28 ottobre, 2013 at 15:03 Rispondi

    Una mia cara amica che vive a Stoccolma mi ha confermato che i suoi bimbi la indossano regolarmente… chissà però se funziona davvero…

Lascia un commento