Jacee Dellapena, a soli 12 anni, aiuta la mamma a partorire

Jacee Dellapena

In Mississipi un medico ha fatto entrare in sala parto una bambina di 12 anni, Jacee Dellapena e l'ha guidata in tutti i passaggi per far nascere il suo fratellino.

Il desiderio di Jacee Dellapena

La bambina aveva espresso questo desiderio già un paio d’anni prima, alla nascita di un altro fratello, ma a quel tempo era troppo piccola e i genitori, convintamente, hanno detto no. Ma questa volta la famiglia era certa che la piccola coraggiosa Jacee fosse pronta per questa esperienza.

Ho iniziato a piangere perché credevo che non lo avrei fatto nascere perché sono troppo piccola.

È stato proprio il dottore a convincere la madre a far partecipare Jacee attivamente al parto.

Ero nervosa, avevo paura di fare qualche disastro o o di ferirla (la madre n.d.r.) o qualcos’altro, ma è stato il più bel momento della mia vita.

La piccola Jacee Dellapena ha anche tagliato il cordone ombelicale del fratellino. Le foto scattate dal papà testimoniano la grande emozione della ragazzina che al vedere il fratellino ha pianto di gioia.

Una scelta per riflettere

Tu lo faresti, mamma? Faresti partecipare tua figlia al parto?

Io, sul parto ho una mia politica, non ne parlo mai con chi non ha ancora vissuto l’esperienza, perché alcune cose sono scioccanti e io, in sala parto, ci sono arrivata terrorizzata a causa dei racconti splatter di alcune persone.

Non so se accetterei, non solo che mia figlia sia in sala parto, ma che addirittura faccia nascere il bambino. Non lo so perché non è un problema che mi si pone davanti, ma se un giorno dovesse capitare e lei lo chiedesse con insistenza, credo che almeno proverei a vincere le mie remore e a valutare con i medici la situazione.

Anche se credo che la mia risposta sarebbe comunque "No".

Voi mamme cosa ne pensate?

114 comments

  1. Michela Viggiani 13 giugno, 2017 at 18:09 Rispondi

    Direi di no… non ho figlie femmine ma credo che non lo farei. Non tutte hanno la fortuna di vivere un parto sereno (il mio non lo è stato :( ) quindi perché coinvolgere una ragazzina che non sa cosa l’aspetta??? Noooo meglio arrivarci senza saperlo 😅

  2. Laureta Laura 13 giugno, 2017 at 18:27 Rispondi

    Mia figlia aveva 12 anni quando ho avuto la seconda bimba .. Mai no no è una bambina e doveva vivere la sua età era fuori cn papà anche se lei avvrebbe voluto entrare con me .. Ora ha 20 anni nel caso avessi un quarto figlio lo stesso non la porto perchè non mi sentirei io libera

  3. Valeria Marasco 13 giugno, 2017 at 18:46 Rispondi

    Favorevole. Il viso della ragazzina esprime solo gioia ed emozione… sarà stata preparata prima e avrà scelto lei autonomamente. Magari diventerà un’ottima ostetrica e vedendo come avviene il parto starà anche più attenta ad usare il preservativo!

    • Valeria Marasco 13 giugno, 2017 at 23:22 Rispondi

      No non è negativa ma istruttiva. Sai che il tuo corpo può generare la vita oltre che piacere quindi vedrai le cose con un senso più completo. Sapere è potere. Un parto è crudo, forte…ma è vita. Ho visto il mio primo parto naturale con lacerazione spontanea alla sua età (volevo assistere al parto di mio fratello e mi ero preparata). Su di me ha avuto solo un effetto: rispetto per mia madre! Nessun trauma… la ragazza è felice. Si vede dalla foto. L’avete guardata in viso almeno? Non tutte siamo uguali. Ammettere che per qualcuna potrebbe pensarla diversamente e vivere nonostante ciò felice sarebbe un bel passo. Non credi?

    • Valeria Marasco 13 giugno, 2017 at 23:57 Rispondi

      Video… molti. E anche cesarei.Nonostante il livido lasciato all’infermiera non sono riuscita ad entrare in sala parto. Ognuna è fatta a modo proprio. Chi sei tu per giudicare una ragazzina (bambina a 12 anni solo se non sai ciò che sa della vita) che ha avuto semplicemente più coraggio e stomaco di alcune di noi? Nessuno mi ha ancora detto se ha visto la foto… il suo viso. Non è svenuta non ha vomitato… ho visto molti più uomini traumatizzati dal parto. Ha deciso lei con sua mamma. Se tu e tua figlia decidete una cosa chi sono io per mettermi in mezzo a voi?

    • Filomena Placentino 14 giugno, 2017 at 08:01 Rispondi

      A 18 anni ancora non si sa che cosa si vuole fare da grandi e lei vuole farmi credere che una ragazzina di 12 anni decida autonomamente di aiutare sua mamma a partorire? E se il parto non andava come previsto? E se il bambino non dava segni di vita? Lei si sarebbe trovata un bambino in braccio senza ossigeno e subito da rianimare? Se le cose non sarebbero andate così? Sa che trauma avrebbe subito invece questa bambina? È da incoscienti!

    • Sabrina Vivian 14 giugno, 2017 at 09:52 Rispondi

      Autonomamente? A 12 anni? Oltretutto, perdonami, ma la tua risposta è contraddittoria: se vedendo il parto deciderà per il preservativo, vuol dire che le rimarrà la sensazione che il parto sia una brutta cosa….

    • Valeria Marasco 14 giugno, 2017 at 11:17 Rispondi

      Federica come fai a dirlo che non sa ciò che succede? Secondo quali indizi o presupposti o studi professionali?
      Filomena come è evidente e banalmente intuibile dietro di lei c’era un medico. Ti ricordo che solo una/due generazione fa a 18 facevano eccome. Solo perché oggigiorno qui i nostri 18enni pensano solo a bere non è detto che tutti, in tutto il mondo lo siano. Ritengo eccessivo anche il tuo catastrofismo. Non ci è dato sapere quadro clinico e anamnesi della madre, o quante gravidanze avesse già avuto. Sicuramente medici più preparati di te hanno valutato la cosa. Se si complicata 5 passi e sei fuori dalla camera. Tu la chiami bambina… a 12 anni fanno sesso, fumano erba talvolta. Bambine? Dipende! Io bambine le vedo a 8 anni, a 12 raramente.
      Ma poi… se lei ha preso una decisione, con chi la conosce meglio cioè sua madre. Voi, estranei senza contesto sociale, senza saper nulla delle loro vite, chi siete per giudicare o mettervi in mezzo? Non rispondete mai alle domande. Se tu decidi di far giocare a calcio agonistico tuo figlio di 10 anni perché lo vedi felice quando gioca, perché è bravo, chi sono io er dirti che sei incosciente? Che avrà danni permanenti ai crociati? Che non riuscirà a concludere nella scuola? Io non sono nessuno, tu conosci tuo figli. Tu ,voi, per loro è per parlare… chi siete?

    • Valeria Marasco 14 giugno, 2017 at 11:39 Rispondi

      La foto a me sembra gioia. Se fosse stata terrorizzata si sarebbe allontanata… Banalmente.
      Non serve un trauma per usare il preservativo. Basta capire che il ruolo principale del parco giochi è generare la vita è che può succedere facilmente se si è incoscienti. Alcune prendono la cosa con leggerezza perché la gravidanza “a me non succede,mi fido di lui” o ancora peggio ” tanto c’è l’aborto”. Lei ha visto il frutto di un rapporto non protetto… Banalmente.

    • Valeria Marasco 14 giugno, 2017 at 11:58 Rispondi

      Scommetto che non hai neanche letto il mio commento. Ma non fa niente. Nonostante il vostro ciarlare è già successo. Lei non sa neanche che ne state parlando, siete dall’altra parte del mondo. Nel bene o nel male lei è con sua madre e solo lei e la mamma sanno cosa le ha unite e come è stato.

    • Valeria Marasco 14 giugno, 2017 at 12:14 Rispondi

      Ma ancora cosa?? Ma che pretendi che tu batti i piedi e tutti la pensano come te? Punto e basta… sei alle elementari o vuoi fare la dittatrice che scrive i nomi dei cattivi alla lavagna? Ma che vuoi? Chi ti conosce? Sopratutto chi se ne frega di cosa pensi tu?? Fai quello che vuoi con tuo figlio! Ma ti pare che ora ti faccio mettere incinta e vengo li a costringerti a partorire di fronte a lui? Avete un ego smisurato. Nessuno a parlato di te chiaro? NON SAPEVAMO NEMMENO ESISTESSI quindi sai che mi frega di tuo figlio. Ti è chiaro ora? No? Punto e basta non discuto lotte di intelligenza con gente disarmata!
      Opinioni argomentate generano dibattiti intelligenti…se argomentate intelligenti. Il per me è così punto e basta è un’opinione sterile e inutile.

    • An Na 14 giugno, 2017 at 12:23 Rispondi

      Woohooo! Valeria! You are so emotional! Seeming that you are the one being absolutely intellectual. Please, calm down – and make yourself a cup of tea…. Cogito, ergo sum. And I do not need your permission to state my opinion.

  4. Sara Cau 13 giugno, 2017 at 19:14 Rispondi

    Io avevo già espresso il mio giudizio (negativo) su questa notizia….. E la gente ha subito risposto che invece è un esperienza bellissima 😱😱😱….io penso sia un bel trauma x una bimba di 12 anni!!!

  5. Simona Cama 13 giugno, 2017 at 21:04 Rispondi

    Credo sia soggettiva la cosa! questa bambina avrà anche affrontato il parto come un bellissimo evento ma non credo che valga per tutte…ogni madre conosce sua figlia e sicuramente questa ragazzina saprà il fatto suo! Le rimarrà un bel ricordo con tanta emozione se l’ha vissuta così 😊

  6. Simona Flower 13 giugno, 2017 at 23:43 Rispondi

    Noi ancora a parlare se a scuola si possa parlare o meno di educazione sessuale o meno lei già sta avanti assiste al parto ! Fatto benissimo la mamma. Conoscerà sua figlia se ha accettato vuol dire che era pronta

  7. Emanuela E Roberto 13 giugno, 2017 at 23:49 Rispondi

    un trauma vero e proprio. ..non sono d’accordo xquanto il parto sia un’esperienza bellissima ma c’è età ed età per fare alcune esperienze e credo che a 12anni sia stato un po’ troppo precoce:/

    • Antonella de Miranda 14 giugno, 2017 at 08:52 Rispondi

      Perché per decidere cosa si vuol fare bisogna aspettare la maggiore età. Fino ad allora esistono i genitori che tutelano e vigilano. Anche se in questo caso non so cosa abbiano tutelato. Non certo il diritto di una bambina di vivere con serenita la sua età.

    • Simona Luppi 14 giugno, 2017 at 08:58 Rispondi

      Ma se lei ha espresso questo desiderio chi sei tu o chi sono io per giudicarli o dire che questa ragazzina non è serena?Ti sembra una faccia di una traumatizzata oppure di ha espressione felice e stupita?a me sembra molto felice,e la mamma l’ha resa ancora più partecipe quindi io la vedo una cosa molto emozionante !

  8. Ana Guri 14 giugno, 2017 at 09:09 Rispondi

    Io sono del idea che ogni età deve fare le cose adatte a quel età. A 12 anni, capelli colorati , partecipa ad un parto eccetera mi sembra una cosa esagerata. Io sono contraria a questa esperienza in quest eta’

  9. Dèsirèe Ardizzone 14 giugno, 2017 at 09:49 Rispondi

    Secondo me sono 2 emozioni diverse abbastanza forti..il coraggio di assistere alla nascita di una vita..e la paura di non sapere a cosa va incontro.. Di sicuro tra le 2 emozioni vincerà quella positiva rispetto a quella negativa! La possibilità di aver visto nascere una vita..e’ stata una scelta voluta quindi buon per lei! Io non farei questa scelta però

    • Valeria Marasco 14 giugno, 2017 at 11:24 Rispondi

      Qui invece sono tutte opinioniste esperte. Si elevano sul trono di un parere e battono il martello puntando il dito sugli altri per poi sentirsi migliori e soddisfatte. Io faccio meno schifo di questa mamma, sono meglio!
      A parte questo credo che nessuna conosca la figlia come la mamma, l’avrà preparata ed educata e lei non è stata obbligata. Nella foto a me sembra solo molto emozionata!

Lascia un commento