Le 4 baby-sitter elettroniche sempre a portata di mano

Ogni tanto ci ricorriamo tutti noi genitori, ammettiamolo. Quando c’è da fare una cosa urgente in casa e non vogliamo che nostro figlio ci giri intorno. O semplicemente per staccare, ad esempio per stare in bagno o per farsi una doccia in completa solitudine. Abbiamo a disposizione ben 4 baby-sitter elettroniche a portata di mano, senza bisogno di preavviso, per il tempo desiderato, anche per pochi minuti, e praticamente a costo zero.

Cosa chiedere di più?

1. La Televisione

È la classica baby-sitter. Addirittura la potremmo definire "quella storica": arriva dagli anni ’80 e non mostra segni di stanchezza. Molto più evoluta rispetto al passato con canali dedicati ai bambini che offrono una programmazione praticamente a qualsiasi ora del giorno e, addirittura, della notte.

Attenzione, però. È quella più demonizzata e, quindi, è a più alto tasso di sensi di colpa da parte dei genitori perché rende i figli molto passivi. È come se accedendo la tv, spegnessimo i bambini.

2. Il Tablet

Probabilmente la baby-sitter elettronica preferita dai bambini. Un po’ per emulazione dei genitori, che li usano spesso, ma soprattutto perché permettono l’accesso ad un mondo molto più ricco, variegato ed interattivo rispetto alla semplice televisione.

Infatti con il tablet si possono ascoltare le canzoni sui canali youtube, guardare spezzoni dei cartoni animati più diversi o utilizzare applicazioni dedicate ai bambini. Di solito un genitore si sente meno in colpa perché ne enfatizza l’aspetto educativo, come l’apprendimento dell’inglese. Basterà per mettere a tacere i suoi sensi di colpa?

3. Lo Smartphone

Anche se è difficile staccarlo dalle mani dei genitori, i figli amano molto questo apparecchio. Con quasi le stesse funzionalità del tablet è più piccolo e maneggevole, specialmente per le mani di un bambino. 

Più rischioso per un genitore in quanto il figlio può inavvertitamente cancellare preziosi pezzi di rubrica o entrare in WhatsApp e mandare qualche icona compromettente od equivoca ai colleghi dell’ufficio.

4. La macchina fotografica

Sia nella versione da bambini che, soprattutto, come fotocamera del cellulare, ai piccoli piace molto scattare fotografie. Dai particolari dei propri giochi o pupazzi agli scorci dei diversi ambienti della casa passando per i genitori indaffarati nella faccende domestiche.

Anche ai genitori piace, perché vedono già un piccolo artista in erba che muove i primi passi e possono inorgoglirsi condividendo sui social i suo primi scatti anche se, oggettivamente, sempre un po’ sfocati e con i soggetti un po’ tagliati. Unica accortezza è di controllare la galleria delle foto dello smartphone per evitare di scoprire di avere qualche scatto rubato dei genitori in bagno o mentre si cambiano.

Mamme, diciamoci la verità. Questi mezzi tecnologici sono molto comodi ed offrono tantissimi vantaggi. Anche quelli ai quali, magari, non pensiamo immediatamente. Vi ricordate la storia della rottura del matrimonio tra Ben Affleck e Jennifer Garner? Beh, forse, a volte, quelle “elettroniche” sono le baby-sitter da preferire. 

21 comments

  1. Alessandra Perda 8 agosto, 2016 at 15:21 Rispondi

    Ogni tanto la salvezza dei cartoni animati!! non sempre ne ho bisogno perchè il grande di 2 anni e mezzo ormai si intrattiene giocando da solo e il piccolo ha solo 3 mesi perciò tv o no quando gli saltano i 5 minuti gli saltano e basta!! Ogni tanto quando siamo in giro tiro fuori il telefono e gli faccio vedere un cartone giusto il tempo di farlo mangiare,ma anche quello succede raramente e in ogni caso non lo tocca mai da solo, lo sa che non è un giocattolo, se vuole giocare ha i suoi giochi

  2. Alessia Vallarino 8 agosto, 2016 at 15:26 Rispondi

    È una cosa rarissima e non glielo lascio mai da sola! Pochi minuti per giochi sui numeri… Comunque assolutamente mai durante i pasti e mai al ristorante, li al max le porto fogli e matite. Per il resto lei ha sempre giocato molto tranquilla e anche da sola fin da piccola… Sono proprio fortunata! Anche TV ne guarda poca, d’estate in pratica mai!

  3. Pam Broswey 9 agosto, 2016 at 00:38 Rispondi

    Tutto ciò che va fatto con moderazione non danneggia ai figli però,ricordiamo che il mondo non cammina purtroppo corre troppo e non possiamo togliere la tecnologica possiamo moderare l’uso

  4. Claudia Salussoglia 9 agosto, 2016 at 09:29 Rispondi

    Non ho zii nonni ecc….mio figlio è vivace e non ho mai usato cell tablet per ottenere o intrattenere. Non condivido questa modalità e basta. Certo, molto meno ‘comodo’ ma sicuramente più soddisfacente a livello educativo nel vederlo gioire con altro.

  5. Veronica Rigotto 9 agosto, 2016 at 12:33 Rispondi

    Mio cognato e mia cognata manco con il binocolo… Si suddividono i compiti… E i bambini giocano con i loro giochi non certo con cose che non li competono…. Esistono milioni di modi per tenere i bambini buoni due secondi… E farli atrofizzare il cervello non è uno di questi… Sono mamma mio figlio tablet e telefono non li ha mai incrociati con lo sguardo tanto meno sa solo…..

Lascia un commento