E se le pulizie di classe le facessero i bambini?

bambini-pulizie-classe

Come si apprende dal sito internet milanoperibambini.it, una mamma ha proposto di acquistare palette e scope e di consegnarle ai propri figli, affinché si occupino di fare le pulizie della loro classe mantenendo in ordine la propria aula scolastica.

In effetti non si tratta di una novità assoluta: la medesima iniziativa, infatti, è già  stata messa in pratica da numerosi istituti scolastici giapponesi, dove si ritiene che essa sia parte integrante di un percorso educativo e formativo indispensabile alla crescita dei piccoli allievi.

Qual è stata la reazione degli altri genitori?

Alcuni genitori non hanno gradito questa proposta, ritenendo che debbano essere i bidelli a occuparsi della pulizia e del riordino dell’aula; altri, al contrario, sostengono che si tratti di un progetto condivisibile, in quanto stimola il processo di responsabilizzazione in ciascun bambino e lo aiuta a conquistarsi la propria autonomia.

I piccoli allievi, dal loro canto, non si sarebbero lamentati e si sono dichiarati favorevoli a partecipare alle attività di pulizia, in quanto in questo modo si sentono più adulti.  

61 comments

    • Antonella Catania 19 aprile, 2016 at 12:29 Rispondi

      Diciamo che in molte famiglie questo non avviene, quindi se si ha un aiuto in più dalla scuola, male non fa. Non si tratta di far tirare giù le tende ai bambini o di pulire di fino ogni angolo della scuola, basterebbe far pulire ad ogni studente la propria aula.

    • Michele Caputo Sarah Lantieri 19 aprile, 2016 at 12:33 Rispondi

      Antonella Catania ho afferrato benissimo il concetto, figurati. Ma secondo me basterebbe, insegnare loro la pulizia del loro angolo, ma sin da piccolini. Dovrebbe partire prima di tutto dalla famiglia, secondariamente dalla scuola, ma in piccolo.

  1. La Dani 18 aprile, 2016 at 21:52 Rispondi

    Magari! Troppo educativo su tanti fronti: educazione e rispetto, manualità e senso di responsabilità, socializzazione e divisione dei compiti con i compagni.ecc ecc.. Fantastico

  2. Morena Meneghetti 18 aprile, 2016 at 22:03 Rispondi

    Mi ricordo che all asilo a fine settimana noi facevamo la pulizia dell aula,ovviamente a grandi linee, ma era un modo x insegnare ai bambini l ordine e la pulizia. Non mi darebbe nessun fastidio che lo facessero anche i miei una volta a settimana. Non ci troverei nulla di male … Anzi meglio qs che altre materie inutili

  3. Ilaria Terragni 19 aprile, 2016 at 12:43 Rispondi

    io all’asilo ricordo che ci facevano apparecchiare e servire ai tavoli e siccome nessuno voleva farlo, mi offrivo sempre io di farlo, mi divertivo da matti. poi ci facevano pulire i giochi ogni tot. mi piaceva tanto. oggi non fanno fare nulla ai bambini perchè dicono che siano troppo piccoli e così sarebbe sfruttarli. io non credo. mia figlia ha 7 anni e spesso mi aiuta in casa, certo si sparecchia il suo piatto, ma spesso aiuta anche senza che gli e lo chiedo

  4. Jessica Fella 19 aprile, 2016 at 14:55 Rispondi

    Ma dai!!! L asilo serve ad altro,socializzare,giocare,imparare! Certo non a “lavorare” ….. per insegnare questo ci siamo noi mamme,ordinare la cameretta,rimettere le scarpette a posto e man mano qualche compito in più.
    Si è bambini per poco….lasciamoli stare per ora!!!

  5. Sonia Negrisoli 19 aprile, 2016 at 15:06 Rispondi

    Bisogna insegnare l’educazione e il rispetto perché vedo realtà scolastiche di bambini prepotenti e rabbiosi….anche da parte delle insegnati,se non siete portate a questo lavoro ….cambiate ,ma non traumatizzate i bambini con maniere poco consone !!! Le pulizie si insegnano a casa!!!!

  6. Carlo Ceccarelli 19 aprile, 2016 at 15:26 Rispondi

    Ma voi siete fuori di testa, ogni luogo ha la sua funzione a scuola si va per imparare, al parco si va a giocare e a casa sotto la guida dei genitori si impara altro compreso tenere in ordine le proprie cose. Per quanto riguarda il Giappone è il settimo paese al mondo per tasso percentuale di suicidi, dunque di ciò che fanno in Giappone non me ne frega davvero un cazzo.

  7. Eleonora Piraino 19 aprile, 2016 at 17:36 Rispondi

    Assolutamente si. Mia figlia non ha neanche 2 anni e mi aiuta a fare la lavatrice, a svuotare la lavastoviglie, e vuole addirittura passare l’aspirapolvere 😂😂 ovviamente tutto di sua spontanea volontà… 😁

Lascia un commento