Mamma abbandona il figlio di 8 anni: "È troppo maleducato"

figlio-abbandonato

Si può abbandonare un figlio perché troppo maleducato? Kathy Sherrer, la mamma della piccola peste, pensava di sì. E così ha mollato il figlio di 8 davanti la porta del Jordan Valley Medical Center di West Jordan, nello Utah, ed è tornata a casa pensando che ormai se ne sarebbe occupata lo Stato.

Il bambino aveva addosso un biglietto con scritto “Sono una buona madre, ma è troppo maleducato. Tenetelo voi”.

E aveva anche un grosso livido in faccia, fatto proprio dalla madre con un cucchiaio di legno.

La donna, separata e con altri tre figli, rischia ora il carcere: infatti ovviamente non esiste una legge che permetta di abbandonare un figlio, fosse anche in un ospedale. Quindi rintracciata dalla polizia, la donna ora, per il suo gesto, rischia sei anni di carcere.

Lei ha raccontato che il bambino è fuori controllo, che non fa che insultarla e che lei voleva “farlo curare” da chi poteva occuparsene.

In realtà nello Utah è possibile lasciare temporaneamente un bambino in un’apposita stanza detta d’emergenza (in ospedale) fino a un massimo di 24 ore.

Una triste storia di disagio: e chissà cosa ne sarà dei bambini quando lei verrà arrestata e portata in carcere.

14 comments

  1. Natasha Barladeanu 16 marzo, 2016 at 12:09 Rispondi

    Magari e solo per dare una lezione al bambino, che a volte sanno essere davvero mal educati , e non è assolutamente dato al fato che imparano in casa. A volte portano frasi e parole nuove imparate dai “amichetti” a scuola .😏 anche la mia 8 anni, io continuo a parlarli ma sono già ribelli . La figli di mia amica 7 anni risponde male e insulta la madre con bruttissime parole . Se glie le dai sei una cattiva madre, se non glie le dai crescono così maleducati . Come non giri e sempre la colpa della madre 😐. Preferisco dargliele adesso, che dopo Sara troppo tardi. Un piccolo spavento tipo ” ti abbandono ” ci sta! Magari ci pensa due volte prima di rispondere indietro alla mamma che fa tanta fatica con 4.

Lascia un commento